Casa pulita e sempre in ordine? Ecco i due segreti

Tenere in ordine la casa è un’obiettivo sempre più difficile da raggiungere. Non è di certo un miraggio ma non ci si può nascondere dietro a un dito. Tra lavoro, impegni sociali, riunioni scolastiche, figli e – perché no – un po’ di tempo da spendere per lo sport e il relax, la casa diventa “l’ultima ruota del carro” di fitte e infinite giornate. Questo, però, non fa che ingigantire il problema: da una parte si innescano dei sensi di colpa per aver trascurato così tanto l’amata casa, dall’altro ci si rende conto che più si lascia andare più sarà difficile rimettere le cose a posto. Le strade da percorrere sono due: da una parte ci si può fare aiutare; dall’altra ci si può organizzare con un planning scaglionando le pulizie in modo organizzato; oppure si possono percorrere entrambe le strade, portando avanti quotidianamente le faccende meno impegnative e lasciando a un professionista lo svolgimento di quelle più pesanti, che richiedono più impegno e tempo.

La prima strada – farsi aiutare da un professionista

Premessa: farsi aiutare non è un delitto! In periodi particolarmente impegnativi ci si può affidare ad una colf; cosa che non è del tutto indolore visto che cercarne una che faccia al caso nostro può trasformarsi in un’impresa!

Fortunatamente nelle grandi città stanno nascendo dei servizi che mettono in contatto – velocemente e in modo efficace – domanda e offerta. Chi cerca una donna delle pulizie a Milano, per esempio, può utilizzare Helpling.it, una piattaforma attraverso la quale è possibile scegliere e prenotare un collaboratore domestico sino a 36 ore prima delle pulizie.  Basta inserire indirizzo e fascia oraria e il sistema mette a disposizione una persona veloce e qualificata. Gli appuntamenti si possono cancellare gratuitamente sino a 24 ore prima. Una bella comodità!

La seconda strada – Fare un planning delle faccende domestiche

Tenere la casa sempre pulita e in ordine è essenziale e per farlo è necessario essere organizzati e non trascurare le pulizie quotidiane. Premessa: non esiste “il modello”, ognuno dovrà costruire il proprio planner in base ai suoi orari, le sue esigenze e perché no anche in base alle cose che preferisce fare. Esistono diversi tipi di planner: settimanale, mensile e annuale o stagionale. Quest’ultimi sono molto utili per tenere sotto controllo i lavori domestici più rari e impegnativi. In questo modo si terrà la casa pulita tutto l’anno e soprattutto non si concentreranno tante attività in una sola stagione. Nello stilare questo planner si dovrebbe tener conto anche delle vacanze e degli impegni familiari. Ovviamente non è detto che si faccia subito centro, l’organizzazione delle pulizie deve essere testata e, se necessaria, modificata. Come detto non esistono dei “modelli” ma ci sono degli accorgimenti che permettono di tenere tutto sotto controllo impiegando 30 minuti al giorno. Usare panni in microfibra e detergenti poco schiumosi, in questo modo sanitari del bagno e piani della cucina possono essere “ripassati” velocemente e con poca fatica. Non lasciare che i vestiti “del giorno” si accumulino sulle sedie e agli angoli del letto. Tenere in ordine è la strada maestra. Spesso, infatti, la percezione della casa sporca aumenta se ci sono troppe cose in giro. Rimettere le cose al loro posto quando si è finito di usarle, lascerà correre su qualche millimetro di polvere sui mobili!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *