E finalmente…Mamme no panic!

WP_20150922_001

 

Ed eccoci in libreria, io e Francesca Santarelli con il nostro Mamme no panic. Questa mattina non ci credevo ancora fino in fondo, così, accompagnati i bambini a scuola, ho preso una bici e sono corsa in centro per andare a sbirciare alla Mondadori e alla Feltrinelli. E, in effetti, il nostro libro era lì, c’era davvero, non era uno scherzo!

Lo so che è un po’ autoreferenziale scriverne nel proprio blog, ma, in effetti, non saprei cos’altro scrivere, oggi.

Dunque, mentre tornavo a casa ho pensato a tutti i momenti che mi hanno portata fino a qui.

1) Un giorno, nel maggio 2010, quando il mio primo bambino aveva tre anni e mezzo, ho deciso di aprire un blog. Neanche sapevo bene cosa fosse, un blog e non avevo idea di come intitolarlo. Così, ho scritto la prima cosa che mi veniva in mente: “mammeamilano”, che tanto chi mai lo leggerà.

2) Ho continuato a scrivere sul blog e mi sono stupita del fatto che ci fosse un po’ di gente che lo leggeva, anche persone che non conoscevo. Incredibile.

3) Nel frattempo, ho avuto il mio secondo figlio con tutte le difficoltà che ne sono seguite. E ho iniziato a pensare che nella vita bisogna fare, finché si può, quello che si ama davvero.

4) Un giorno, la psicologa da cui andavo nel periodo durissimo della Tin, mi chiese: perché lei non scrive un libro? Non sapeva del mio blog, né del fatto che avessi nel cassetto diverse cose. Quindi, il fatto che lei avesse visto in me questa potenzialità, mi colpì molto.

5) Qualche tempo dopo, passata le tempesta dell’ospedale e il caos dei primi mesi seguenti al rientro del bambino, ho cominciato, nei ritagli di tempo, a coltivare i miei progetti di scrittura.

6) Una sera una certa Valentina del sito www.mammeamilano.com mi manda una mail dal titolo “Uniamo le forze?” e mi coinvolge nel suo bellissimo sito agenda, iniziamo a lavorarci insieme e lo vediamo crescere di giorno in giorno.

7) Un giorno, proprio mentre stavo pensando che fosse arrivato il momento di cercare un editore per alcune mie cose, Maria di Vivalamamma del Tgcom mi chiede se può dare il mio numero a Francesca Santarelli, la psicologa che collabora anche con lei, perché ha un progetto editoriale nel quale vorrebbe coinvolgermi. Non ci credo.

8) Tempo un’ora, mi chiama Francesca e mi spiega la sua idea. Una mamma e una psicologa che si confrontano sul primo periodo di vita del bebè e, soprattutto, sulle emozioni, talvolta contrastanti, che travolgono di solito le neo-mamme. Come gestirle? Come vivere serenamente e senza troppi sensi di colpa il primo anno di vita del piccolo? Come arrivare al meglio davanti alla prima candelina? Impossibile, ovviamente, trovare una formula magica che valga per tutte. Meglio che ogni mamma cerchi dentro di sé la propria strada, il proprio stile, unico…

9) Ci siamo incontrate parecchie volte, io e Francesca, di solito pioveva sempre quando io la raggiungevo nel suo studio. Ricordo mattine di ombrelli e stivali e chiacchiere. Abbiamo scelto i temi che ci sembravano centrali, io ho descritto le situazioni in cui ci si trova, di solito, all’arrivo di un bambino e lei ha cercato di sbrogliare, di volta in volta, la matassa, senza mai salire in cattedra e senza mai dimenticare di essere mamma anche lei. Alla fine, abbiamo messo a punto qualche capitolo. E, con l’agenzia letteraria che Francesca conosceva, abbiamo cercato un editore.

10) Era agosto dello scorso anno e mi trovavo sulle Dolomiti quando Francesca mi ha chiamata. “Ci pubblica Sperling, dobbiamo andare in questi giorni a firmare il contratto!”. “Eh? No, non ci credo”. “Sì, è vero”. “Ma va”. “Giuro”. “Ma no”.

E poi… abbiamo scritto, riscritto, corretto, pensato e ripensato…Ed eccolo qui, il nostro libro.

Per comprarlo su Amazon clicca qui.

Related Post

6 responses

  1. Congratulazioni. E’ davvero una bellissima cosa. Te lo meriti dopo quello che hai passato. Non commento mai ma ti seguo sempre. Cri

  2. congratulazioni Giuliana.
    ho letto ora un po’ di arretrati sul tuo blog e appreso questa splendida notizie.
    Te lo meriti, congratulazioni!
    p.s. ovviamente sto già acquistando il libro 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *