E TU COME STAI?

Un attimo prima di mettere a letto i bambini mi è arrivata all’orecchio la notizia che Claudio Baglioni sarà il direttore artistico e il conduttore del Festival di Sanremo. Ora, io non sono mai stata un fan sfegatata del cantante romano, preferendogli anche in gioventù il più rockettaro Vasco, e normalmente non mi interessa granché il Festival.
Ma niente, sentire nel sottofondo del telegiornale alcuni brani delle sue canzoni mi ha riportata indietro nel tempo a ricordi di venti, anzi venticinque anni fa e confesso di essermici crogiolata per tutta la sera.

Chi di noi non ha mai sognato sulle note di “E tu…” o di “Strada facendo”? Chi di noi non ha mai pensato che “Sabato pomeriggio” fosse stata scritta un po’ anche per noi e per quel ragazzo del liceo, con il quale è finita malissimo (ovviamente)?

E va bene, quando una delle mie migliori amiche mi regalava le sue canzoni in cassetta per convincermi ad apprezzarlo, dicevo che tutto questo essere melenso era stucchevole e che Vasco invece sì che sapeva raccontare emozioni vere. E su questo ci siamo prese in giro per anni.

Facevo la rockettara ma ero solo una ragazzina romantica, proprio come questa sera.

E mentre mi sono ricordata improvvisamente che “Avrai” la canticchiavo nell’orecchio del mio bambino durante le lunghe ore di marsupio terapia, appena sei anni fa, ho pensato anche a quanto mi piacerebbe incontrare anche solo per un attimo alcune delle persone di quei periodi lontani, di quei giorni di amori grandi e fragili, di emozioni potenti e versioni di latino.

E chiedergli, semplicemente, “E tu come stai?”.

Dunque, perdoniamo a Claudio Baglioni gli infausti ritocchi, facciamogli un grande in bocca al lupo e ascoltiamoci una delle sue hit!

 




Related Post

4 responses

  1. Io invece Giuliana lo adoravo Baglioni, dice mia mamma che a 2 anni cantavo “pittolo glande amole…” ovviamente non ne ho memoria mi fido della sua…
    Comunque in adolescenza lo ascoltavo sempre e’ stato il mio primo concerto senza genitori (prima Miguel Bose’ ma con mia mamma) allo stadio Flaminio 1986….e da allora tanti altri….una volta siamo andati in Umbria per ascoltarlo alla piana di Castelluccio che presentata l’album Dagli il via…
    quanti ricordi, quante emozioni….poi a dire il vero l’ho un po’ abbandonato preferendogli i rockettari tipo Ligabue e Vasco ma per lui c’e’ sempre un posto speciale nel mio cuore ….come dire il primo amore non si scorda mai

  2. Ciao Giuliana,
    Baglioni e la su canzone E TU mi hanno fatto incontrare il mio grande e unico amore, quello che è diventato mio marito, un grande amore il nostro, ricordi pazzeschi di momenti di una felicità unica, era la nostra canzone!!!!!!!!!!!!!!!!
    Ci siamo sposati, è nata mia figlia, poi il destino ce l’ha portata via a soli 3 anni, siamo come impazziti, entrambi, a 24 anni non hai molte difese in queste situazioni, lui mi ha aiutata molto, ma alla fine l’ho lasciato andare, gli ricordavo troppo il nostro angelo.
    Lui vive in Canada, ci sentiamo, ci raccontiamo le nostre vite…………..ci vogliamo ancora bene………….ma il dolore ci ha divisi.
    Baglioni, rimane per me, parte della mia vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *