LIBRI IN VALIGIA

Mi ero proposta di leggerli durante l’estate ma li ho già letti quasi tutti, tra un treno e una stazione nel mio pendolarismo tra Milano e il mare prima e Milano e la montagna poi.

Quindi eccoli qui, i quattro libri che ho letto in questo periodo più uno che leggerò presto:

Stoner di John Williams – La storia di una vita assolutamente ordinaria raccontata con tale sensibilità, empatia e delicatezza da diventare un romanzo straordinario e un pezzo di letteratura davvero imperdibile.

Le otto montagne, di Paolo Cognetti – Ha appena vinto un meritatissimo Strega. Un romanzo affascinante per chi ama l’alta montagna e le storie di amicizia vera.

 

L’apparenza delle cose, di Elizabeth Brundage – Un noir con un tocco gotico, un thriller letterario, una saga familiare da leggere d’un fiato.

 

Il Canto della Pianura, di Kent Haruf – Secondo me il più bello della meravigliosa trilogia di Haruf. Una storia delicata e personaggi indimenticabili.

 

Di solito per comodità scarico sul kindle, anche se un po’ i libri cartacei mi mancano. Ed ecco che l’ultimo di Arundhaty Roy, a vent’anni di distanza da Il Dio delle piccole cose, me lo leggerò in caetaceo, visto che ho avuto la fortuna di incontrare l’affascinante scrittrice indiana un mese fa in occasione della presentazione. Ed ecco qui la mia copia autografata de Il Ministero della Suprema Felicità. 

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *