Beneficenza in rosa: le donne fanno il 73% delle donazioni mondiali

La beneficenza? Stando ai dati delle analisi che hanno riguardato l’Italia e altri Paesi, è a tinte rosa: secondo il report fornito da Nonprofit Tech for Good il 73% delle donazioni viene effettuato da donne. Si tratta di un dato particolarmente esplicativo, che chiarisce il dominio del sesso femminile nel campo della beneficenza mondiale. La percentuale di donne che decidono di donare in beneficenza all’estero è importante: queste coprono infatti il 45% dei casi, preferendo associazioni no profit operanti al di fuori del proprio paese di appartenenza. I dati interessanti, ad ogni modo, non terminano certo qui: nel 25% dei casi le donne effettuano una donazione dopo aver visto un post su Facebook. Oggi, dunque, cercheremo di approfondire questa ricerca e di capire le principali tendenze in fatto di donazioni.

Donazioni rosa: come, dove, quando e perché?

Grazie ai dati di Nonprofit Tech for Good è possibile avere uno spaccato davvero interessante sulle donazioni fatte dalle donne. L’influenza esercitata dai post di piattaforme come Facebook è un elemento da tenere a mente, considerato anche il recente inserimento della funzione che permette di organizzare raccolte fondi direttamente dalle pagine del social network più utilizzato al mondo. Le donne donano tanto non solo online, però, ma anche durante i tradizionali eventi organizzati per raccogliere fondi da destinare in beneficenza. Quali associazioni sostengono? Il 45% delle donazioni è destinato ad associazioni estere, prevalentemente no profit. Le no profit preferite dalle donne sono quelle che si occupano di bambini e ragazzi, che ricevono il 13% delle donazioni totali. Ma perché puntare solo all’estero? Anche in Italia esistono Onlus affidabili verso cui è possibile fare donazioni: un esempio è quello della Lega del Filo d’Oro, che si occupa di bambini colpiti da gravi disabilità supportando anche le loro famiglie e intervenendo in maniera tempestiva, evitandone così l’isolamento.

Altre informazioni interessanti emerse dal report

Un dato che fa riflettere è quello emerso riguardo allo scarso supporto delle donne nei confronti di quelle associazioni benefiche che sostengono le donne stesse, con una percentuale di donazioni pari solo all’8%. Vanno meglio le associazioni umanitarie, le associazioni religiose e gli enti che si occupano della tutela degli animali. Un altro aspetto interessante da osservare è l’influenza notevole che hanno le idee politiche sulla decisione in merito alla destinazione delle donazioni. Il sondaggio condotto da Nonprofit Tech for Good ha sottolineato una profonda differenza tra chi supporta idee di destra e chi tende invece a sinistra; nello specifico, i primi fanno solitamente beneficenza facendo donazioni ad attività religiose (nel 29% dei casi), mentre i secondi prediligono la beneficenza nei confronti di Onlus schierate a difesa dei diritti umani e civili. Entrambe le parti, però, dimostrano di avere molto a cuore i bambini: le Onlus che si occupano dei bambini sono infatti seconde in classifica in entrambe le categorie, con il 15% e l’11% del totale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *