DUE MOSTRE DEDICATE A ANDY WARHOL

Andy Warhol

Nella foto sopra: Duane Michals, Andy  Warhol, 1972, Gelatine  silver  print,  18x12  cm, Collezione Marco Antonetto

Warhol
Andy Warhol Liz , 1964 Serigrafia su carta, 58,7x58,7 cm Collezione privata, Monaco (MC) © The Andy Warhol Foundation for the Visual Arts Inc. by SIAE 2018 per A. Warhol

In occasione del novantesimo anniversario della nascita di Andy Warhol sono state organizzate due mostre sull’artista.

A Roma negli  spazi del Complesso  del  Vittoriano  –  Ala Brasini si trovano oltre 170 opere che ripercorrono la vita straordinaria dell’artista.

Una mostra che parte dalle origini artistiche della Pop Art: nel 1962 il genio di Pittsburgh inizia ad usare la serigrafia e crea la serie Campbell’s Soup, minestre in scatola che Warhol prende dagli scaffali dei supermercati per consegnarli all’Olimpo dell’arte.
Seguono le serie su Elvis, su Marilyn, sulla Coca-Cola.

 

L’esposizione vuole riassumere l’incredibile vita di un personaggio che ha cambiato per sempre i connotati non solo del mondo dell’arte ma anche della musica, del cinema e della moda, tracciando un percorso nuovo e originale che ha stravolto in maniera radicale qualunque definizione estetica precedente.

Per avere tutte le informazioni e comprare i biglietti per la mostra di Roma:
http://www.ilvittoriano.com/mostra-warhol-roma.html

Warhol
Andy Warhol Marylin , 1967 Serigrafia su carta, 91,40x91,40 cm Eugenio Falcioni © The Andy Warhol Foundation for the Visual Arts Inc. by SIAE 2018 per A. Warhol

A Bologna troviamo la mostra Warhol&Friends. New York negli anni ’80, ospitata nel suggestivo  scenario  di  Palazzo Albergati. La mostra è dedicata agli anni Ottanta e vi sono esposte 150 opere di Warhol e degli altri artisti significativi del decennio, come Jean-Michel Basquiat, Francesco Clemente, Keith Haring, Julian Schnabel, Jeff Koons.

A Bologna vengono organizzati dei laboratori e delle visite per famiglie.

Adulti e bambini: due modi diversi di vedere il mondo e l’opera d’arte. Il percorso di visita, puntando proprio sui due diversi approcci, sarà un’occasione di confronto, interazione e stimolo per far comprendere ai più piccoli le opere in mostra, e offrire ai più grandi un punto di vista più spontaneo e libero da preconcetti. Al termine della visita, il momento laboratoriale consentirà un approfondimento sulle tecniche e sui protagonisti delle opere di Warhol. Attraverso un momento di gioco, i genitori aiuteranno i figli a riconoscere le celebrità ritratte e insieme sperimenteranno come un oggetto qualsiasi della vita di tutti i giorni, preso singolarmente e immortalato in un’istantanea, può diventare un’opera pop.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.