Fratellino o sorellina in arrivo: un posto in più e non in meno

Fratellino sorellina in arrivo

La notizia di un fratellino o di una sorellina in arrivo richiede inevitabilmente a tutti i membri della famiglia di interrogarsi sui cambiamenti e sulle trasformazioni a cui il nucleo familiare originario andrà incontro: dovranno essere ridisegnati i ruoli genitoriali? Come si potranno gestire i rapporti tra figli?

Nonostante la seconda gravidanza sia accompagnata spesso da una maggiore consapevolezza, non sono assenti preoccupazioni: le incertezze di ogni gravidanza non sono infatti da banalizzare né facili da prevedere.

Quando la famiglia si allarga, è possibile che i pensieri si concentrino non tanto su chi è in arrivo quanto piuttosto su chi c’è già. Talvolta preoccupazioni eccessive in questa direzione rischiano di rendere difficile e macchinoso quello che potrebbe invece essere un dialogo sereno e naturale a proposito della nuova nascita. Il bambino, che fino a quel momento è stato l’unico destinatario dell’amore, delle cure e dell’attenzione dei genitori, non sarà più il solo bambino di casa né il solo bambino della coppia… non è certamente facile accettarlo!

Numerosi i sentimenti, le ansie e i dubbi che possono generarsi nel bambino che si cimenta con la preoccupazione di non avere più nel cuore del genitore un posto esclusivo: la mamma e il papà dovranno ora fare spazio al nuovo arrivato nel loro cuore, nella loro casa e più in generale nella loro vita. Questa sfida familiare si mostra bene all’interno delle fiabe: sono molte quelle che narrano le vicende di fratelli, ad esempio Hansel e Gretel e Pollicino. In queste, come in tante altre, il rapporto con il fratello o con la sorella, attraverso le diverse peripezie, diviene una risorsa fondamentale e preziosa.

Detto ciò, ci sono tanti modi differenti e ugualmente efficaci per mettere al corrente tutti i componenti della famiglia rispetto alla nuova gravidanza. Tanti e differenti quante sono le relazioni e le persone: ogni mamma e ogni papà costruiranno una loro storia che accompagni l’arrivo del nascituro. Qualcosa che però dovrebbe accomunare tutti questi racconti è la calma, un tempo lungo come quello delle fiabe, che trasmette al bambino sicurezza.

La storia tra due fratelli nasce in primo luogo all’interno della coppia e dei sensi che i genitori danno al nuovo arrivo. Proprio per questo, quando un fratellino o una sorellina è in arrivo, è giusto che i genitori si concedano del tempo per parlarne, creando un dialogo intimo che in seguito potrà trasformarsi in discorso. Sedersi a parlare con il proprio figlio del lieto evento restituisce infatti già qualcosa al bambino, la conferma della sua partecipazione a questa nuova avventura, nella quale non perderà mai il posto speciale che occupa nel cuore della mamma e del papà.

Il primo luogo in cui i fratelli si danno la mano sono proprio le parole dei genitori!

Associazione Pollicino e Centro Crisi Genitori Onlus
Via Amedeo D’Aosta, 6 – Milano
info@pollicinoonlus.itwww.pollicinoonlus.it
800.644.622 T

Per altri articoli sul tema bambini e figli, vai alla pagina di Mamme a Milano dedicata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.