Gnocchi di patate al pesto di pistacchi con edamame: un verde sorriso per tutti

gnocchi pistacchi

 

Le ricette sono di Alessia Aloe, food blogger che potete leggere su Diritto in Cucina  oppure seguire su Facebook o Instagram

 

Giovedì gnocchi…e quindi sorridiamo tutti! Questo giovedì il sorriso sarà verde e squisito. Sara nell’ultimo periodo adora mangiare i fagioli, intesi come chicchi di ogni tipo di legume: con il suo piatto di pappa davanti, inizia il suo lavoro certosino di mangiarli uno per uno prima del resto. Tra questi adora anche gli edamame, ossia i fagioli di soia verdi, che piacciano tanto anche a noi grandi. Si trovano surgelati e si cuociono in pochissimi minuti e sono ricchissimi di nutrienti: oltre a sali minerali e vitamine ( potassio, sodio, calcio, ferro, magnesio, vitamina C e vitamina B6) sono ancor più ricchi di proteine con tutti gli aminoacidi essenziali rispetto ai fagioli maturi, e per lo stesso motivo sono ricchi anche di isoflavoni, antiossidanti benefici per il sistema immunitario, quello cardiovascolare, e con funzione antitumorale. Questo piatto è nato proprio in un giorno di pranzo da preparare last minute, quando avevo un mazzetto di basilico fresco in cucina…è piaciuto così tanto a Sara e Ferdinando (e anche a me) che adesso lo replichiamo spesso e volentieri anche con gli gnocchetti di grano. Gli gnocchi di patate potrete prepararli anche senza glutine, sostituendo la farina di grano con la fecola di patate o la farina di riso.  Noi li abbiamo preparati in due varianti, una con un pesto semi classico di basilico (semi classico perché abbiamo usato sia pinoli che noci) e l’altra con un pesto di pistacchi…quale sarà quella più buona?! Dovrete proprio sacrificarvi a prepararle entrambe per scoprirlo!

 

Gnocchi di patate al pesto di pistacchi con edamame: un verde sorriso per tutti

  

Per gli gnocchi senza uova

  • 600 g di patate bianche
  • 200 g di farina di tipo 1 o fecola di patate per la versione senza glutine + quella per il piano di lavoro
  • 1 cucchiaio di vino bianco secco ((facoltativo))
  • 1 pizzico di sale ((facoltativo))

Per il condimento

  • 9-10 cucchiai di pesto di pistacchi o pesto di noci e pinoli ((ricette ai link evidenziati in alto))
  • 150 g di soia edamame surgelati
  • foglie di basilico per decorare

Per gli gnocchi

  1. Fai cuocere le patate al vapore. Quando riuscirai ad infilzarle con la forchetta, spegni, allontana il cestello dall’acqua bollente e lasciale intiepidire.

  2. Pelale e schiacciale. Mescola con un cucchiaio per stemperarle. Quando sono ancora tiepide ma non bollenti, aggiungi la farina e gli altri ingredienti ed incorpora.

  3. Crea i tuoi gnocchi, della dimensione che preferisci e posizionali sul piano di lavoro o vassoi infarinati.

Per il condimento

  1. Porta a bollore l’acqua per cuocere gli gnocchi e intanto prepara il pesto seguendo una delle due ricette in alto.

  2. Appena l’acqua bolle, fai cuocere gli edamame per 4-5 minuti. Scolali e versali in una ciotola in cui servirai gli gnocchi. Aggiungi il pesto agli edamame e mescola.

Per comporre il piatto

  1. Cuoci gli gnocchi e scolali circa un minuto dopo essere saliti a galla, direttamente nella ciotola con il condimento.

  2. Aggiungi dell’acqua di cottura se necessario. Amalgama uniformemente, servi nei piatti ultimando con qualche foglia di basilico fresco.

  • Se hai meno tempo per preparare gli gnocchi, usa patate più piccole per diminuire i tempi di cottura.
  • Puoi cuocere le patate anche in acqua bollente.
  • Visto che questo piatto lo mangia anche Sara, per il pesto abbiamo usato pistacchi senza sale.
  • Per la versione senza glutine, puoi usare anche la farina di riso al posto della fecola, o usarle entrambe.

0

Alessia Aloe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.