Il nido di vetro e cerchi che si chiudono

nido di vetro

Sono passati quasi 8 anni dall’inizio della storia che ho raccontato nel mio libro Il nido di vetro. Tanto tempo ma, in fondo, è come se fosse ieri. E se nella vita è importante chiudere cerchi e voltare pagina, ecco che l’occasione giusta mi si presenta mercoledì 8 maggio, quando, proprio alla Mangiagalli, dove tutto è cominiciato, presenterò questo libro con il Prof. Fabio Mosca e la giornalista del Sole 24 Ore Serena Uccello. Inutile dire che l’emozione è già grande e domani, mentre sarò in aereo verso Milano, il cuore mi batterà un po’ più forte.

Essere lì, dove ho trascorso quei mesi duri e incredibili, ha un grande significato. E tornarci con un mio libro è felicità incontenibile. Ho sognato a lungo che questo sarebbe arrivato e, proprio come ho imparato nella Tin, non mi sono data per vinta, anche quando complicate e frustranti logiche editoriali sembravano volervi mettere i bastoni tra le ruote. E ci sono riuscita, alla fine.

Mi sembra ieri che da un letto di quell’ospedale ho scritto un post su questo blog spiegando che ero sparita perchè mi trovavo in grande difficoltà. Molte di voi hanno poi seguito tutta la vicenda e alcune mi hanno anche invitata a scriverla. Questo mi pare il momento giusto per ringraziare tutte le lettrici del mio blog che mi seguono con affetto da allora e anche quelle che si sono aggiunte in seguito.

Mercoledì io, con Il nido di vetro, sarò lí alla Mangiagalli, dove tante di noi, che ci ritroviamo su Mamme a Milano e su questo blog, siamo diventate mamme. Un’occasione per parlare di prematurità, di maternità, di resilienza e di vita. E, perchè no, anche un’occasione per conoscersi dal vivo.

Vi aspetto!

One thought on “Il nido di vetro e cerchi che si chiudono

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.