Mamme in mezzo al mare

Oggi sono stata per lavoro al Salone della Responsabilità Sociale che si sta svolgendo in questi giorni alla Bocconi.

Anche quest’anno, titolo dell’iniziativa: Dal Dire al Fare (www.daldirealfare.eu/)
Io ho presentato il caso di un’azienda che spicca per “buone pratiche” nel campo della responsabilità sociale.
Ne venivano premiate anche altre.
Un’azienda “socialmente responsabile” può impegnarsi sotto vari aspetti (rispetto dell’ambiente, sicurezza dei lavoratori, promozione di iniziative culturali sul territorio, sostegno ad associazioni varie ecc).
Io ho incentrato il mio intervento sull’importanza, per l’azienda socialmente responsabile, di mettere al centro i lavoratori.
E nella mia testa pensavo a noi, care mamme.
Al part-time,
alla flessibilità,
alla possibilità di rientrare al lavoro dopo la maternità senza che ci abbiano fatto le scarpe.
E allora, mentre tornavo al mio posto cercando di non ruzzolare dai trampoli indossati per l’occasione, ho pensato che, salvo qualche eccezione, in questo campo (e non solo in questo) da noi, DAL DIRE AL FARE c’è di mezzo ancora un (italianissimo) mare.

4 thoughts on “Mamme in mezzo al mare

  1. Vero! Verissimo! E, anche se non hai figli, se è chiaro che non li avrai mai, se è palese che la tua famiglia è composta solo da te, guadagnerai sempre meno dei tuoi colleghi maschi, la tua carriera sarà più lenta, i tuoi errori sempre imputabili all'emotività…
    Eccheppalle!!!

  2. sì infatti…mi permetto di riportare qui sotto il commento, simile a quello di Federica, di una cara amica che ha il viziaccio di commentare i miei post su facebook:

    cara giuly, io mamma proprio non sono, condivido le difficoltà delle mamme, ma penso alle mie, oggi piu' che mai!
    Penso che al di la dell'essere mamma, il problema in questa società è essere Donna, anzi, ancor di piu' essere intelligente, creativa lavoratrice. Ancora e solo in altre parole essere Donna-
    Un abbraccio, sconsolato, tua C

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.