Mamme in pigiama

Lo abbiamo già detto,
ma diciamolo ancora:
con l’arrivo dei bambini ,
il nostro look diventa un po’ più low-profile.

Con i tacchi è difficile gestire carrozzine e passeggini,
le occasioni mondane si riducono drasticamente e,
in ogni caso, capi troppo belli possono cadere vittime di rigurgiti e pipì strabordanti
(come accadde alla fantastica big bag scamosciata e griffata di un’amica che venne a trovarmi qualche giorno dopo la nascita di mio figlio).

In tempo di saldi, il problema si pone.
L’altro giorno, parlando con la Bea, le ho detto:
“ho adocchiato un bell’abitino da sera”.
“Omai io per la sera compro solo pigiami”,
ha risposto lei laconica.

Per Natale mia suocera mi ha regalato un pigiamone con tanto di panda sopra,
uguale a uno del mio bambino.
È vero che, se vuole davvero un altro nipotino, forse ha sbagliato tattica,
ma io lo trovo assolutamente adorabile.

Questa sera, tornando a casa, ho trovato un cartello attaccato all’ascensore
dalla mia vicina di casa straniera:
“Sabato sera per i suoi 14 anni, nostra figlia L. ha organizzato un pigiama party.
Ci scusiamo in anticipo per il disturbo”.

Ecco, il pigiama è di tendenza, lo sapevo.
Del resto, se ci fate caso, in centro a Milano, i negozi di pigiami
spuntano come i funghi, anche in tempo di crisi.

Urge un pigiama-shopping al 40%.

5 thoughts on “Mamme in pigiama

  1. Sai che per i bambini esistono anche i pigiami da super eroe? Magari se li vendessero anche per gli adulti potresti acquistarne uno. Al telegiornale annuncerebbero più o meno così: Super Mamma in pigiama avvistata nei cieli di Milano…

  2. Pigiamone a copertura integrale per le mie serate solitarie. Camicia da notte in seta per trasferte e incontri. Inconveniente della seconda opzione: assolutamente inutile alle basse temperature.
    Suggerimenti per l'uso: scegliere nuance adatte al colorito violaceo che assumerà la vostra pelle durante la nottata.

  3. Il pigiama è di tendenza in questa città. Un paio d'anni fa una signora, sedicente scicchettosa, era solita scendere all'elegante bar del quartiere in pigiama di seta con sopra il cappotto e su un paio di tacchi. Durò giusto qualche apparizione, poi niente più… Ora ci vorrebbe un club di mamme in pigiama a far colazione con cappuccino e cornetto!
    Carino questo blog (e mi ricorda un passato neanche troppo lontano…)

    Sabrine

  4. @Alessandra: verissimo, raro caso di educazione;
    @Roberta: sì, prima o poi mi vedrete sfrecciare sui cieli di Milano e non solo!
    @Fede: forse dovrei attrezzarmi anch'io con qualche camicia da notte un po' più da soirée…l'unica che ho ha un angioletto fosforescente sopra 🙂
    @Sabrine: ciao Sabrine, benvenuta!Per il club delle mamme in pigiama…io ci sono!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.