Non ci resta che disfare l’albero…

Ebbene sì, le scuole stanno per ricominciare, tutto sta per riattivarsi e l’unica cosa che vorremmo è l’ultima magia di queste festività natalizie: l’auto-disfacimento di albero e presepe. Sono ancora lì, nelle nostre case.

Il primo Natale in famiglia avevamo ovviamente optato per una sequoia gigante, che un albero grande è sempre più bello, fa più Natale, fa più festa.

L’entusiasmo pre-natalizio ci ha dato anche quest’anno la forza di raggiungere cantine, solai o anfratti sperduti nella casa, con scale, sgabelli e sforzi sovrumani per recuperare l’alberone, togliere i cento giri di scotch dell’anno scorso e montare ramo per ramo, con indefesso impegno. Ci ha fatto attaccare decine e decine di palline, e aggiungerne un po’ a fine lavoro là dove ci sembrava un po’ spoglio, e qualche filo di luce in più che le lucine sono tanto carine, e qualche altro addobbo qua e là, che non sono mai troppi.

E adesso, esaurito l’entusiasmo, non ci resta che fare il percorso inverso: staccare palline e lucine, smontare l’albero, riporlo nello scatolone che si fa di anno in anno più precario, dare mille giri di scotch, di quello grosso da traslochi, prendere le statuette del presepe, avvolgerle una ad una nella carta del giornale del 2005 e scamellare il tutto (alberone + scatolone degli addobbi + scatolone del presepe) fino alla cantina o al solaio o su sulla scala per raggiungere quell’antro nel controsoffitto del quale poi possiamo dimenticarci fino all’anno prossimo.

Ovviamente i piccoli e solerti aiutanti della fase uno, che avevano cominciato da novembre a chiedere “quando facciamo l’albero?!?!”, in questa fase due spariscono tutti, lasciando a te e solo a te, anche quest’anno, la chiusura definitiva del periodo natalizio.

Buona ripresa!

 

3 thoughts on “Non ci resta che disfare l’albero…

  1. ah ah Giuliana quanta verita’….noi quest’anno abbiamo disfatto l’alberto tutti e tre insieme, comunque io e Federico stavamo male per cui in casa abbiamo avuto tutto il tempo per scegliere il momento piu’ adatto allo smontaggio….e mentre Fede staccava le infinite palline per riporle nella scatola ha detto: “ma siamo sicuri che tutte queste palline le abbiamo messe noi? non finiscono piu’….non vorrei che Babbo Natale passando ce ne abbia lasciata qualcuna….” ed in effetti anche a me sono sembrate aumentate…
    sara’….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.