Parco della VETTABBIA

Parco della VETTABBIA

PARCO DELLA VETTABBIA

  • il parco non è recintato
    sempre aperto
  • via Ripamonti, via S. Dionigi, via Sant'Arialdo

374.600 m², il parco della Vettabbia è diviso in grandi aree, con caratteristiche e aspetti agro-forestali e naturalistici diversi tra loro: aree di bosco, siepi e filari, fossi e canali, zone di prati calpestabili, zone coltivate. oltre al piccolo stagno, racchiuso da un doppio filare di alberi disposti in circolo, attraversano il parco diverse vie d’acqua tra cui la Roggia della Vettabbia, la Roggia dell’Accesio, il Fontanile di Macconago, il Fontanile Tecchione, il Cavo Comelli e la Roggia Carpana. Nei dintorni, a perimetro del parco, la Roggia Martina, la Roggia Porcheria e il Cavo Melzo.

Alberi protagonisti: il “giardino dei frutti antichi” con oltre 300 alberi di varietà non più impiegate nella produzione agricola corrente. 
Orti urbani: è presente un’area attrezzata per orti in prossimità della Cascina Vaiano Valle.
Aree giochi: un’area giochi posta all’ingresso di via Sant’Arialdo. 
Correre nel parco: è possibile praticare jogging lungo i percorsi. 
Percorsi vita: è presente un percorso vita sul percorso che segue l’andamento di un tratto della Roggia dell’Accessio. 
Andare in bicicletta: è consentito a velocità limitata lungo i percorsi. Una pista ciclabile proveniente da Viale Omero percorre la  Via San Dionigi e consente l’accesso al parco.
Attività ed eventi La Cascina Grande, di proprietà del Comune di Milano, è condotta dall’Azienda Agricola Cascina Grande di Chiaravalle ed è sede di un maneggio la cui attività è finalizzata alla pratica della disciplina del Dressage. La Cascina organizza campi estivi per bambini per scoprire la vita agricola.
Chioschi e bar: non sono presenti strutture fisse.
Parcheggi: sull’angolo di via San Dionigi con via Sant’Arialdo è situato un parcheggio libero con 95 posti auto.