Quando il buongiorno si vede dal mattino…

Non che ci sia un orario in cui i capricci sono i benvenuti.
Ma, certo, i capricci mattutini,
diciamo nella fascia oraria dalle 7.30 alle 8.30,
sono in assoluto i peggiori.

Quando un bambino si alza con il piede sbagliato,
con la luna storta,
di umore nero, o,
in parole più prosaiche ma efficaci,
con le palle girate,
tu, povera mammaamilano,
sai già che sarà dura e,
e, se hai un appuntamento, sai che il rischio di arrivare in ritardo,
già in condizioni normali elevato,
è amplificato a mille.

Il pargolo inizia ad innervosirsi un nano-secondo dopo che ha aperto gli occhi.
“Mamma, io voglio dormire ancora”.
“Io volevo dormire con l’orsetto e invece l’orsetto non c’è nel mio lettino”.
“Io non voglio andare all’asilo”.

Tu cerchi di stare calma,
di non scatenare la sua ira funesta con qualche passo falso.

E intanto, tic tac, tic tac, il tempo passa inesorabile.

“Amore, vieni a fare colazione.
C’è il lattino buono e biscottini che ti piacciono.
Tieni il Nesquik”.
“No mamma non si chiama Nesquik si chiama cacao”.
“Va bene tesoro, ma stai calmo”.
“Mamma non metterlo lì il pacchetto dei biscotti, mettilo qui”.
(Frigna).
“Mamma, mi è caduto il peluche”.
“Mamma, il bavaglino non lo voglio”.

Tic tac tic tac.

“Hai finito amore?”
“No, un altro biscotto”.
(Tono da pianto ingiustificato imminente)
“Tieni”.
“Ma questo è rotto!”
(Mai assecondare i capricci): “tieni tesoro, un biscotto aggiustato”.
(Meglio usare il suo linguaggio per comunicare)

Tic tac tic tac.

Adesso fase pipì-denti-faccia.
“Mamma, non mi scappa la pipì”.
“Amore, non è possibile, è da 12 ore che non la fai”.
“No, io non voglio fare la pipì”.
“Non possiamo uscire se non fai la pipì, cucciolino della mamma”.
“E allora stiamo a casa”.
“Ti apro l’acqua, vedrai che ti scappa, psssss, pssss”.
Niente.
“Ti metto sotto la doccia calda – ti scappa adesso?”.
“Sì, adesso mi scappa”.

Tic tac tic tac.

Laviamo i denti.
“Io volevo più dentifricio!” (e vai con il tubetto).
“Adesso ne hai messo troppo”.
“Li lavo da solo – sono grande”.

Ci vestiamo.
“Io mi vesto da solo”.
“Amore, hai ragione, ma oggi non c’è tempo”.
E intanto gli togli il pigiamino e gli infili i pantaloni.
“Alza il piede che ti metto la calza”.
“No, d-a s-o-l-o!”.
Ok, mentre si mette le calze gli stacchi la testa nel tentativo di infilagli la maglietta,
(ma perché le maglie per i bambini sono prodotte per bambini con micro-teste?, ti chiedi nel frattempo).

Finalmente si esce.
“Mamma, schiaccio io il pulsante dell’ascensore”.
(Oddio, l’ho già schiacciato: errore fatale).
Scenata.

“Mettiti sul passeggino”.
“Lo so che sei grande, ma io devo volare”,

Eccoci all’asilo dopo aver battuto ogni record mondiale di corsa con passeggino, ombrello e pc.
“Amore, fondiamoci dentro”.
“Cosa vuol dire fondiamoci?”
“Te lo spiego dopo”.
“No! Adesso!”
“Vuol,dire fare in fretta che la mamma perde il treno”.

Bacio.
Un altro bacio.
Bacio ancora.
“A che ora vieni?”
“Alle 4”.
“Perché non alle 2?”
“Ma quando mai sei uscito dall’asilo alle 2?”
“Ieri”.
“Ma va, non è vero”.
“Sì, è vero”.
(adesso esplode di nuovo, meglio non contraddirlo)
“Va bene tesoro, è vero. Corri dalla maestra”.

(Che io vado in treno a riflettere sulle mie modalità educative.
Sempre che riesca a prenderlo, il treno).

6 thoughts on “Quando il buongiorno si vede dal mattino…

  1. @padreatempopieno: sì, sono tutti assolutamente uguali!
    @Fede: 🙂 non è questione di pazienza, è che quando esplodo i pianti e i capricci raddoppiano e si perde altro tempo…quindi quando sono proprio di fretta cerco di con non sbottare. Ma quello che mi fa più innervosire di tutto è che, quando c'è a casa mio marito alla mattina (cosa rarissima) lui è un angelo, non si sognerebbe mai di fare così. Mancanza di autorevolezza? Temo di sì!!!

  2. stessa scena a casa mia. Solo che mio marito perde le staffe, io devo intervenire a riparare i danni (soprattutto a cercare i giochi nascosti in fondo a scatole strapiene), nel frattempo la piccola in tutto quel caos si sveglia. E io sono cronicamente in ritardo e sfatta di prima mattina….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.