schiena a scuola

La schiena a scuola: consigli della fisioterapista Linda Cappo

La Dottoressa Linda Cappo, fisioterapista, considera il tema della schiena a scuola e del mal di schiena in età scolare un argomento molto importante, a cui prestare attenzione.

Ci dà quindi qualche consiglio per prevenire il mal di schiena condizione sempre più frequente a scuola.
Questi consigli vogliono porre attenzione ad un momento particolare della vita dei bambini, quello dei primi anni di scuola, caratterizzati da importanti fenomeni di sviluppo, quali l’aumento della statura e del peso.
Ricordiamoci di come questa fase di crescita sia influenzata da diversi stimoli, tra cui il movimento, che è davvero l’arma in più per sconfiggere il mal di schiena!
Se i dolori dovessero persistere, rivolgetevi sempre al medico e a professionisti della salute.
I consigli sono tratti dall’opuscolo dell’Associazione Italiana Fisioterapisti “La schiena va a scuola”.
Suggerimenti importanti per bambini e ragazzi, ma comunque utili anche per gli adulti che, come gli studenti, passano molte ore fermi alla scrivania.

La colonna vertebrale non è progettata per restare a lungo in posizione seduta. Stare curvo in avanti provoca “sofferenza alle ossa”, ai muscoli, ai legamenti. È necessario quindi un cambio di posizione frequente, affinché il sangue possa circolare correttamente e portare ossigeno e nutrimento ad ogni parte del corpo.

Il piano del banco deve permetterti di appoggiare comodamente gli avambracci. Facendo questa prova, scoprirai che difficilmente il banco è alla giusta altezza per te; molto spesso invece è basso. In questo caso sarebbe utile avere banchi regolabili in altezza.

Non stare seduto solo in appoggio nella parte anteriore della sedia sbilanciato indietro con le spalle: è una posizione dannosa per la colonna lombare. Siediti completamente indietro appoggiandoti allo schienale, così la colonna sta in posizione corretta.

Per dare sollievo alla tua schiena ti muovi continuamente, sei irrequieto e stai “scomposto”. Ma questo movimento non risolve il tuo problema: hai bisogno di seguire i consigli del fisioterapista!

Quando ascolti le lezioni o scrivi, evita di sdraiarti lateralmente sul banco. Usa invece l’appoggio dei gomiti sul piano del banco per alleggerire il lavoro della schiena.

Per stare in una posizione corretta, se possibile, usa un leggero piano inclinato quando leggi o scrivi. Per stare più comodo, potresti anche usare le “sedie dinamiche”. L’ergonomia ci insegna che non può esistere una sedia o un banco che da soli evitino l’insorgenza di patologie. Tutti gli strumenti possono essere usati bene o male: possiamo avere la sedia più ergonomica, il banco progettato al meglio, ma non saperli usare in modo corretto. È consigliabile comunque adottare una postazione che rispetti le misure di chi la utilizza (banco/sedia).

Cerca di non rimanere seduto troppo a lungo alla scrivania, davanti al computer o ai videogiochi. A scuola, alzati dalla sedia, anche solo per 1/2 minuti al cambio dell’ora.
Quando sei in piedi allunga le braccia sopra la testa e “stiracchiati” ben bene…

Quindi se vuoi sconfiggere il mal di schiena devi
1. controllare la tua postura nel corso della giornata
2. fare movimento
3. fare attività sportiva con costanza, per aiutare il tuo corpo a crescere in modo armonico
4. correre o camminare di buon passo per almeno 30′ al giorno.


Per sapere di più sulla sua attività e conoscere le condizioni riservate ai possessori si MaM Card, vai alla scheda della Dottoressa Linda Cappo fisioterapista partner di Mamme a Milano.