Togliere il pannolino: ci siamo?

Eccoci qui, l’estate è arrivata e
non ci sono più scuse: il pannolino è da togliere.

Pur essendoci già passata con il
primo figlio, ho leggiucchiato qua e là vari consigli, cercato informazioni e
suggerimenti utili, ho, insomma, ripassato un po’.
Anche perché il mio primo figlio,
non  caso nominato “baby dell’anno” dall’Anto,
anche con il vasino era stato rapido ed efficace. Pochi giorni e via.
Per prima cosa, devo essere
pronta io. Come sempre, è l’attitudine della mamma a fare la differenza con i
bambini
: allattamento, svezzamento, inserimento all’asilo, ciuccio e così via. Questo
ormai l’ho capito.

Sarò quindi io in primis a
doverci credere. Armata di pazienza e miriadi di cambi, stracci per i pavimenti
e sorrisi. Sempre con l’idea di non forzare la mano (dai impara a fare sta pipì nel vasino che non ho voglia non è lo
spirito giusto) e di moderare le reazioni in caso di insuccesso (sì, anche nel
caso di 100% di insuccessi).

Con questo spirito, un mesetto fa,
mi sono messa di impegno. Anche se, lo ammetto, i segnali del suo essere pronto
non andavano in quella direzione:


Resta asciutto per un po’ di ore (ok, ci siamo)


Interesse per il vasino/water (insomma… dopo i
primi cinque minuti per la novità, meno di zero)


Spirito collaborativo quando lo fate sedere sul
vasino
(“mamma, devo giocale, non stale seduto qui”).

Infatti, dopo qualche giorno di
test, ho deciso che no, non era pronto e ho rimandato a tempi migliori. Anche
per non perdere la mia attitudine da mamma perfetta e sorridente che, con lo
straccio in mano, non fa una piega davanti all’ennesimo lago.

Quan’ecco, ieri sera, si toglie
il pannolino da solo e mi dice: devo fare la pipì sul vasino. Momento topico.

In realtà l’aveva appena fatta
nel pannolino, ma mi è sembrato uno di quei segnali da manuale, inequivocabili. Una chiamata al grande compito della vita da mamma: rendere i figli autonomi, guidarli all’indipendenza, attraverso una serie di conquiste.

Quindi, da oggi sono partita
ufficialmente.

Per ora sono a quota una
asciugatura. Vedremo il proseguo della giornata.
Si accettano consigli, suggerimenti, testimonianze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.