Un lunedì mattina a Milano…e i nuovi orari dell’asilo (in vigore da quest’anno, ovviamente)

Sorvoliamo sul fatto che abbiano cambiato gli orari di ingresso all’asilo.
No, anzi, non sorvoliamo, perché è un’assurdità.
No, ma dico, ho spostato mari e monti, in giugno, per trasferire il mio piccolo dall’asilo in cui era stato preso a quello più vicino alla scuola del mio grande. Tutto programmato: ore 8.30 entra il grande, ore 8.45 entra il piccolo all’asilo, ore 9 sono già a casa al pc.
Eh no, cara mia, ecco che da giugno a settembre le cose cambiano, in un lampo: l’entrata del piccolo è alle 9, non vorrai aver vita troppo facile, cara mamma milanese, già ti è andata bene che hai ottenuto il trasferimento e non devi perdere ore sgambettando di qua e di là, non vorrai cavartela in un quarto d’ora alla mattina…le cose non sono mai così semplici, ormai dovresti saperlo!
Per me no problem, ma per il piccolino… cosa fare con lui in giro per mezz’ora ogni mattina?
Tornare a casa è impensabile, che quello si mette a giocare e poi col cavolo che dopo 15 minuti lo porti via.
Con il bel tempo, si possono sempre fare due passi…
Ma, senza aspettare il cuore dell’inverno, la neve, il gelo ecc., prendiamo una giornata come oggi:
usciamo alle 8.25 tutti e tre, cioè io con i due bambini.
Io equipaggiata con stivali, impermeabile e ombrello, il grande con k-way, il piccolo sul passeggino sotto il plasticone che ho riesumato, visto che da marzo il passeggino non lo usavamo più.
Ci incamminiamo nella notte di questo lunedì mattina milanese… eh sì, chi è di Milano ha visto che questa mattina alle 8 sembrava notte o perlomeno sera, come ha notato il mio piccolo (mamma, ma perché usciamo di sera?).
Arriviamo a scuola, ovviamente al pelo, a campanella già suonata.
E ora?
Che fare in questa simpatica mezz’oretta nell’attesa dell’apertura dell’asilo?
Tra lampioni e fari accesi, andiamo al supermercato.
Prendiamo quello che serve per la cena, due cose, giusto per passare il tempo.
Torniamo verso l’asilo. Mancano ancora 5 minuti.
Ci accalchiamo sotto il piccolo portico dell’ingresso guardando l’orologio all’interno.
Qui sono svizzeri, niente da fare. Non prima delle 9 e zero zero.
Ok.
Oggi abbiamo smarcato la mezz’ora con il supermercato, e domani? E dopodomani?
E quando ci saranno zero gradi?
Porterò il piccolo al supermercato tutti i giorni?
Mah…qualcosa mi inventerò!
Pare che una mamma con il mio stesso problema abbia chiesto in direzione del cambiamento di orario.
Le è stato detto:
1. che può portare il bambino al prescuola (sì certo, ottima soluzione, così devo uscire alle 8 con 2 bambini vestiti, lavati e colazionati, perdere quei fondamentali 20 minuti dalle 8 alle 8.20, e far stare il piccolo all’asilo un’ora in più…ma non dite che la giornata è troppo lunga per lui? Non mi dite che è meglio prenderlo alle 2 ancora per un po’?)
2. che chi ha più di un figlio si organizza (….).
Sì, certo che ci si organizza…sulla base degli orari che vengono dati al momento dell’iscrizione, o no?
Ma poi io dico, un motivo ci sarà sicuramente, ma cosa cambia quel quarto d’ora nella vita delle maestre che sono già lì, nella vita di una scuola già aperta?
Boooo….
Misteri.
Ringraziamo che esista ancora una scuola pubblica.
Amen.

One thought on “Un lunedì mattina a Milano…e i nuovi orari dell’asilo (in vigore da quest’anno, ovviamente)

  1. ho letto questo post solo ora e…come ti capisco. la mia bimba di 4 anni è iscritta al prescuola dell'asilo. come suo fratello alle elementari. io inizio a lavorare a alle 8, ma non sempre, però-e qui sta l'inghippo-, mio marito va fuori milano. ebbene, a giugno ci hanno chiesto di segnare l'orario di entrata e uscita. ingresso dalle 7.30 alle 8.45 (lungo orario di prescuola) suddiviso in quarti d'ora. significa che se noi abbiamo segnato la fascia 8-8.15 e per qualche motivo arriviamo alle 8.18 ci becchiamo un bel segno rosso sul registro. io guardo la maestra e mi viene da ridere. x non piangere. se invece arriviamo prima delle 8…bè ci fanno compilare un bel modulo di entrata anticipata. così i pochi minuti guadagnati li perdo a scrivere. no comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.