Very Posh (as usual)

I tabloid inglesi avevano bacchettato Victoria Beckham che,
in attesa del quarto (e dico quarto!) figlio per luglio,
gira tutt’ora per gli aeroporti su vertiginosi tacchi Louboutin,
magrissima e, pare, anche un po’ troppo pallida ed emaciata.

Sembra addirittura che la star si stia già organizzando
per perdere 20 kg in quattro settimane subito dopo il parto.
Noi, prosperose mamme milanesi in dolce attesa,
extra large già dal terzo mese di gravidanza,
che da quando è arrivato il caldo viaggiamo in sandali rasoterra
e magari qualche volta osiamo anche una salopette tipo Super Mario;
noi che, finita la giornata, all’happy hour preferiamo lo svacco sul divano,
noi che ci godiamo la chance di mettere su qualche chilo senza troppi sensi di colpa,
e, invece di far le valige per qualche località esotica,
iniziamo a sognare la Rivera Romagnola,
non è che ci siamo sentite tanto sdoganate dai prestigiosi tabloid,
anche se critici nei confronti della filiforme Posh Spice.
Quando poi la nuova bibbia americana in tema di gravidanza,
The Mommy Docs Ultimate Guide to Pregnancy and Birth,
per ridurre lo stress delle gestanti,
ha sfatato tutta una serie di falsi miti in materia e ci ha detto,
sostanzialmente,
che anche in gravidanza possiamo avere un way of life da strafighe,
tacchi 15 cm compresi,
non abbiamo più scuse.
Da domani:
– tacchi Louboutin 15 dalla mattina alla sera;
– sushi come unico alimento;
– restituzione alla Bea dei vestiti prémaman che mi ha prestato;
– programmazione della mia rémise en forme post-parto;
– organizzazione di qualche viaggetto a lungo raggio (in prima classe, of course).
Così, giusto per ridurre un po’ lo stress da gravidanza.

2 thoughts on “Very Posh (as usual)

  1. brava giuli… ma queste mamme che sono stressate anche in gravidanza.. nun me piacciono! Goditela la tua pancia e soprattutto sii fiera di lei. Un bacio mammoso taglia 50

  2. Queste mamme emaciate mi fanno un po' impressione. E' vero che restare incinta non significa rinunciare alla propria femminilità (intesa come cura della propria immagine). E' vero che bisogna prendersi cura di sé ed evitare di usare la gravidanza come scusa per lasciarsi andare. Ma, andiamo! E' anche vero che nulla è più femminile di una donna in attesa. Poi la Posh può fare quel che vuole. Tacco o non tacco, zampino di porco o scovolino per pipe, cellulite o marmo di carrara l'occhio cadrà sempre su due cose: la pancia e il viso. E senza la radiosità della donna felicemente incinta, sebbene con qualche chilo in più, quello che resta è solo un senso di malaticcio e gracilino, in equilibrio precario su vertiginosi e inappropriati trampoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.