Cuore di zuppa disturbi alimentari bambini | Mamme a Milano
Alimentazione Genitori

Cuore di zuppa: educazione e prevenzione dei disturbi alimentari

cuore di zuppa
Cuore di zuppa è costituita da un gruppo di associazioni che, coordinate dal Comune di Milano, lavora sul tema della prevenzione dei disturbi alimentari per bambini.

Il progetto Cuore di Zuppa va alle medie porta nelle scuole e nelle famiglie di Milano sane abitudini di alimentazione, sport, cultura della salute, solidarietà e prevenzione.

Tuo figlio mangia troppo o troppo poco? Fa fatica a stare a tavola o cerca solo cibo spazzatura?

Se pensi che tuo figlio possa avere qualche problema, o se non sai come rapportarti a lui in questa delicata fase di crescita, puoi rivolgerti gratuitamente a Cuore di Zuppa, contattando via chat le psicologhe dell’infanzia Francesca Maisano e Veronica Molla.

Sul sito www.cuoredizuppa.it è attiva una chat di ascolto per genitori e in generale adulti che vogliano consigli e supporto su queste tematiche.

Un presidio realizzato in collaborazione con l’ASST Fatebenefratelli Sacco – Casa Pediatrica. Il servizio è rivolto a genitori, insegnanti, adulti maggiorenni che abbiano a che fare con minori in età pediatrica e fino ai 16 anni.

Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì, dalle 16.30 alle 18.30. Tramite l’area chat è sempre possibile lasciare un messaggio in qualsiasi fascia oraria. I messaggi inviati quando la chat è offline saranno letti entro 48 ore dalla ricezione.

Alimentazione selettiva, rifiuto o abuso del cibo, predilezione per i cibi spazzatura ma anche difficoltà a tenere comportamenti corretti a tavola.

Sono tanti i problemi alimentari che possono riguardare i bambini dall’età pediatrica alla preadolescenza, e i dati lo confermano: oltre 300 famiglie milanesi si sono avvalse del servizio di consulenza piscologica online messo a disposizione gratuitamente dal progetto Cuore di Zuppa, un ampio contenitore di associazioni variamente impegnate sul tema dell’educazione alimentare e della promozione dei corretti stili di vita, coordinate dal Comune di Milano.

Oltre allo sportello di consulenza online a cura dell’associazione liberaMente Odv, il progetto comprende laboratori nelle scuole, attività educative e di promozione dello sport, campi estivi.  Lo sportello virtuale, gestito dall’associazione liberaMente Odv tramite le due psicologhe dell’infanzia Francesca Maisano e Veronica Molla, in particolare, ha raccolto l’allarme di tanti genitori, ma anche insegnanti ed educatori, su problematiche che riguardano anche anoressia e bulimia, patologie la cui età d’insorgenza, secondo gli ultimi dati del Ministero della Salute, risulta scesa alla fascia 8-9 anni.

Delle 300 segnalazioni raccolte, una ventina sono state ritenute gravi al punto da attivare la presa in carico del caso alla Casa Pediatrica del Fatebenefratelli, partner sanitario dell’iniziativa. 

“Abbiamo notato che i genitori chiedono sostegno soprattutto nel delicato compito di trasferire ai propri figli l’importanza di una sana e corretta alimentazione – spiegano Francesca Maisano e Veronica Molla – I genitori oggi sanno che alimentazione sana è spesso sinonimo di relazioni sociali corrette e per favorire questo stato di cose non esitano a rivolgersi a specialisti”.

Il progetto Cuore di Zuppa ha coinvolto negli ultimi anni circa 10mila bambini di età pediatrica, suddivisi in 34 istituti comprensivi di 8 municipalità, coinvolgendo 176 classi e organizzando, tra le altre cose, una sessantina di laboratori culinari. Numeri che hanno portato ad ampliare la fascia di età includendo anche le scuole secondarie di I grado.

I servizi del progetto Cuore di Zuppa va alle medie:

Chat psicologica a cura di liberaMente Odv dedicata all’ascolto e al consulto psicologico di genitori e insegnanti che abbiano a che fare con minori. La chat è attiva ogni giorno da lunedì a venerdì dalle 16.30 alle 18.30. Partner del servizio è la Casa Pediatrica (ASST Fatebenefratelli Sacco). 

Percorsi interculturali condotti nelle scuole dagli operatori di Farsi prossimo Onlus per sensibilizzare i ragazzi al valore del multiculturalismo associati a laboratori di cucine etniche dal mondo nelle diverse municipalità.

Campi sportivi estivi gratuiti a cura della Società Canottieri Milano. Oltre alla pratica dell’esercizio motorio, i campi offrono la possibilità di trascorrere le vacanze estive fuori città, praticando sport all’aria aperta e socializzando. 


leggi altri articoli su Alimentazione