Figli adolescenti e fallimento: come aiutarli?

figli adolescenti e fallimento
Un po’ tutti noi genitori tendiamo a dire ai nostri figli adolescenti che per raggiungere i loro obiettivi e evitare il fallimento devono impegnarsi al massimo.

Il che è vero, senza impegno non si raggiunge nessun risultato. Attenzione però a non far loro credere che con l’impegno il fallimento si eviti sempre e comunque. Può capitare che non sia così. E sembra che introiettare questa idea li possa aiutare a diventare più resilienti.

Leggevo su Time un articolo di Rachel Simmons, autrice di Enough As She Is: How to Help Girls Move Beyond Impossible Standards of Success to Live Healthy, Happy, and Fulfilling Lives, un libro in cui si parla di ragazze ma di fatto in generale di figli adolescenti. Si è soliti dire ai nostri figli, fin da quando sono bambini e poi ancora di più da adolescenti che con l’impegno, il sacrificio e il lavoro duro possono arrivare dove vogliono. Ma siamo sicuri che sia proprio così? E se poi andassero, nonostante l’impegno, incontro a un fallimento, come reagirebbero? E noi genitori, come potremmo aiutarli?

Sembra che molti, troppi adolescenti oggi non sappiano gestire il fallimento e, forse, è anche un po’ colpa nostra.

Troppo spesso passiamo il messaggio sforzo = successo, ma purtroppo non è sempre così.

Va bene motivare i nostri ragazzi a impegnarsi, ma non instillare in loro un perfezionismo eccessivo e malsano, che renderà gli adolescenti e poi gli adulti poco resilienti e incapaci di gestire il fallimento.

La realtà della vita è che talvolta, anche facendo del proprio meglio, i più grandi sforzi, ma si può comunque andare incontro al fallimento.

Questo è un messaggio che dovremmo passare ai nostri figli, insieme a quello dell’importanza dell’impegno.

Il successo passa anche per la capacità di gestire il fallimento.

Gli adulti possono aiutare i figli adolescenti a perseguire il successo e i loro obiettivi in modo sano anche ridefinendo il fallimento come un elemento intrinseco all’apprendimento.

Secondo tutti gli studi, le persone che introiettano questa idea, l’idea cioè della possibilità del fallimento, nonostante gli sforzi e l’impegno, sono quelle che si rialzano più facilmente quando la vita li tratta male.

Per altri post su figli e adolescenza vai alla nostra pagina dedicata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.