Gioco anch’io: giochi per bambini con disabilità grave

giochi per bambini con disabilità_La-casa-di-sabbia
Gioco anch’io è l’iniziativa de La Casa di Sabbia che crea giochi per bambini con disabilità grave.

Agnieszka, mamma di Hervè, ci racconta come nasce la loro iniziativa.

L’idea di realizzare dei giochi per bambini con disabilità è nata in modo spontaneo ad agosto del 2018 in un parco giochi dove ci siamo incontrati tra i soci per discutere delle iniziative dell’associazione. Dopo circa 4 mesi di attesa abbiamo ricevuto dall’Asl per nostro figlio Hervé uno spara bolle e un pulsante per far funzionare il giocattolo.

Hervé ha una malattia rara non diagnosticata che lo rende completamente invalido e non riesce a utilizzare le mani in modo preciso e per lui giocare con i giocattoli classici è difficile, spesso impossibile. La neuropsichiatra ha quindi prescritto per Hervé due pulsanti e due giocattoli (uno spara bolle e un trenino) che sono stati inseriti nel suo piano terapeutico nel percorso della comunicazione.

Grazie a questi pulsanti speciali Hervé poteva azionare i giocattoli. Avreste dovuto vedere la sua gioia quando le prime volte faceva partire le bolle di sapone! Schiacciava il pulsante e le bolle partivano. Ha capito subito che è lui che comanda le bolle e per un bambino con disabilità gravissima poter vedere i risultati delle proprie azioni è qualcosa di bellissimo e motivante!

Il gioco rappresenta, per tutti i bambini, un canale privilegiato per esplorare il mondo esterno, instaurare relazioni interpersonali, sviluppare abilità motorie e cognitive, per sperimentare ruoli, per scoprire la propria creatività. Spesso, però, per i bambini disabili il gioco è inteso esclusivamente in ottica terapeutica e non ludica.

Dopo varie ricerche e confronti con altri genitori abbiamo scoperto che spesso ai bambini con disabilità gravissima i pulsanti non vengono prescritti dall’Asl di appartenenza e ancora meno spesso si prescrivono più di uno o due giocattoli.

Certo sia i pulsanti sia i giochi per bambini con disabilità adattati si possono acquistare nei negozi specializzati, ma hanno dei prezzi molto alti che molti genitori non possono permettersi di acquistare. I prezzi per singolo giocattolo possono variare tra 90 e 200 euro e per i pulsanti da 70 a 400 euro.

E così, tanti bambini vengono privati di un canale privilegiato per esplorare il mondo esterno, instaurare relazioni interpersonali, sviluppare abilità motorie e cognitive, per sperimentare ruoli, per scoprire la propria creatività. Non credo di dover aggiungere che per adattare uno giocattolo servono le competenze, la strumentazione particolare e soprattutto il tempo che le famiglie con i bambini disabili non hanno. Spesso le famiglie non sanno neanche dell’esistenza dei giocattoli adattati perché nessuno gliene parla, presenta e offre questa opportunità da far vivere al bambino!

Da lì è nata la nostra iniziativa che abbiamo denominato “Gioco anch’io” per offrire alle famiglie la possibilità di far divertire i loro bambini in una prospettiva di inclusione.

Come realizzate i giochi per bambini con disabilità grave?

L’idea era quella di adattare, alle esigenze dei bambini disabili, giochi disponibili sul mercato, che attraverso un utilizzo semplificato di pulsanti possano attivare effetti sonori o luminosi. Una volta costruiti, i giochi sono messi gratuitamente a disposizione delle famiglie che ne possono fare la richiesta all’associazione. In tantissimi casi l’associazione dona oltre che giocattoli anche il pulsante per azionarli.

Dopo mesi di ricerche e di test attualmente siamo in grado di adattare una decina di giocattoli diversi, tra questi ogni bambino trova qualcosa che gli piace! Ci sono i giocattoli che saltano (come il cagnolino), si illuminano e camminano (l’unicorno), grugniscono (il maialino), senza dimenticare la pista delle macchinine che permette di giocare con fratello o genitore! Tutto questo per portare gioia, rumore e colore nelle case dei bambini. 

L’iniziativa – che è stata lanciata grazie ad una raccolta fondi effettuata tramite la piattaforma HelperBit e grazie ad un finanziamento da parte del Rotary Club di Aosta – sta riscuotendo un grande successo, di cui sono testimonianza i sorrisi dei bambini che possono sparare bolle di sapone, far sfrecciare macchinine in pista o ridere con sempre più pupazzi pazzi, pelouche animati di varie forme! Sul nostro canale YouTube sono pubblicati alcuni video dei bambini che giocano con i giocattoli adattati.

In questo periodo complicato per tutti e per tutti i bambini (e ancor più complicato per alcuni bambini), l’iniziativa assume un valore ancora più importante, regalando un’occasione di gioia a quei tanti piccoli che rischiano un isolamento nell’isolamento.

Per ulteriori informazioni, sull’Associazione e sull’iniziativa “Gioco anch’io”, è possibile visitare il sito https://lacasadisabbia.org/giocattoli-per-bambini-con-disabilita/.

Alcuni dei giochi per bambini con disabilità adattati da La Casa di Sabbia

giochi per bambini con disabilità

La casa di sabbia è un’associazione creata nell’ottobre 2017 partendo dalla storia di Hervé per rendere le vite delle famiglie con bambini disabili gravi più consapevoli e indipendenti; lo facciamo aggiungendo alcuni “granelli di sabbia”: difendendo i diritti dei bambini, sostenendo i genitori e donando opportunità ai fratelli. Ogni granello è importante per continuare a vivere dopo un evento traumatico, come la scoperta della disabilità del proprio figlio.

Tra le iniziative de La casa di sabbia oltre a “Gioco anch’io” possiamo citare ancora alcune:

  • Assistenza legale gratuita alle famiglie con i bambini disabili gravi (in particolare per l’assistenza domiciliare integrata a casa e l’assistenza sanitaria a scuola);
  • Un po di vita per consentire alla famiglia, dei momenti di sollievo dall’assistenza del bambino disabile e offrire ai fratelli le opportunità di crescita pari ai coetanei (sosteniamo le famiglie con il pagamento delle attività extrascolastiche come sport o lingue e i campus o centri estivi durante l’estate);
  • Gruppo di sostegno per i fratelli dei bambini disabili gravi seguito dalla psicologa che da quasi due anni li sostiene nel percorso.

Per sostenerci aggiungendo i granelli di sabbia alle vite delle famiglie con i bambini disabili gravi visitate la pagina dell’associazione

Per seguire le nostre storie: https://www.facebook.com/LacasadisabbiaOnlus/

Associazione La casa di sabbia ONLUS
info@lacasadisabbia.org – www.lacasadisabbia.org


Leggi altre interviste nella rubrica People