Vai al contenuto

Quando passare del lettino con le sbarre al letto?

lettino con le sbarre

Per molti genitori i cui bambini hanno una relazione col sonno complicata questa domanda può sembrare superflua, invece sono proprio i genitori i cui bambini dormono poco che spesso provano, in un disperato tentativo di migliorare la loro situazione notturna, a cambiare luogo del sonno molto precocemente e a proporre un lettino a terra o senza sbarre molto presto.

Il lettino con le sbarre o lettino da campeggio è un ottimo strumento per proporre sin dai primi mesi di vita sia un luogo del sonno sicuro che un luogo del sonno comprensibile. Quando propongo alle famiglie percorsi di accompagnamento all’addormentamento autonomo ciò su cui lavoriamo è dare al bambino la fiducia ed il potere di riuscire a scoprire cosa lo rilassa (che posizione, che pensiero, che movimento etc…).

Se il luogo in cui lasciamo esercitare loro questo potere è un luogo che non ha un limite rischiamo che, a seconda di indole e carattere del nostro bambino, gli stimoli e le possibilità diventino talmente tanti che il bambino, non sapendo più se vuole dormire o giocare avendo i giochi a una portata di mano così immediata, non riesca ad ascoltare il proprio bisogno di sonno ma che senta solo il proprio desiderio di esplorare, giocare, provare.

Il lettino a terra funziona benissimo per molti bambini che hanno un’ottima relazione col sonno sin da subito, ma può diventare più un ostacolo al sonno che alleato nella fascia di età tra i 18 ed i 30 mesi.

Attorno ai 18 mesi di età molti bambini iniziano a essere in grado di stare svegli anche 6 ore di fila durante il giorno e questo sentirsi molto meno stanchi in generale rende più difficile accettare la stanchezza quando la sentono.

Allo stesso tempo a questa età aumentano l’indipendenza, la capacità di relazionarsi col mondo esterno e conseguentemente il bisogno di capire la solidità delle regole per poter capire fino a dove si può spingere la propria libertà di movimento. E’ questo uno dei motivi per cui ci sono i famosi “terribili due”.

Si capisce quindi come molti bambini arrivati i 18/20 mesi inizieranno a provare ad uscire dal lettino (e se è un lettino a terra riusciranno a farlo) proprio perché avranno bisogno di capire quanto è importante che facciano la nanna (che sia al pomeriggio o quella serale).

A tutto ciò si aggiunge il fatto che la maggior parte dei bambini fino ai due anni e mezzo (altri più avanti) non sono in grado di comprendere un limite astratto e la frase “resta sul materasso” senza che il materasso abbia un confine chiaro potrebbe essere davvero difficile e frustrante da comprendere.

E quindi quando passare del lettino con le sbarre al letto?

Quindi quando i nostri bambini a 18/24 mesi proveranno a non dormire più nel lettino dovremmo tenere a mente tutte queste indicazioni ed impegnarci con pazienza, dolcezza e fermezza a spiegare loro che quello è il luogo della nanna (come dovremmo riconfermare tutte le altre regole che avranno un continuo bisogno di comprendere). Se lo faremo nel giro di pochi giorni tutto tornerà alla normalità.

Dai 2 anni e mezzo potremo valutare la possibilità di passare ad un lettino senza sbarre, se i vostri bambini non lo chiedono e non provano a scavalcare il lettino che hanno (e non rischiano di farsi male) non abbiate fretta, potete attendere anche fino ai 3 anni e mezzo. Il tempo per crescere c’è sempre.

Una volta che sarete sicuri che sono pronti informateli un paio di giorni prima, scegliete insieme le lenzuola nuove e dove metterete il letto nuovo. Prima di dormire nel letto nuovo per la prima volta consiglio vivamente di scegliere poche regole chiare della nanna e di condividerle. Queste possono essere:

  1. Il letto è solo per la nanna
  2. Si resta a letto fino all’ora della sveglia

E come fanno a sapere l’ora della sveglia? A seconda di chi sono i vostri bambini e di chi siete voi potete o decidere che sarete sempre voi ad andare a chiamarli quando è ora di svegliarli oppure consiglio vivamente di prendere una sveglia luminosa, fissate l’orario della sveglia, ed ogni mattina si accende la luce quando è ora di svegliarsi. Questo strumento piace molto a questa età in cui si inizia ad avere la comprensione del tempo che passa, se decideste di usarlo potete giocare i giorni prima a fare la nanna quando la luce è spenta e si possono aprire gli occhi solo quando è accesa: giocate insieme, giocate con le bambole ed i peluches e divertitevi!

Una volta passati dal lettino con le sbarre al letto aperto è possibile che dopo un paio di settimane perfette il vostro/a bambino/a inizi ad alzarsi nel mezzo della notte e a venire da voi, è normale. Portate pazienza e per qualche notte con neutralità e il minimo di interazioni possibile riaccompagnatelo/a nel suo letto. La mattina da svegli ripetete insieme le regole della nanna e vedrete che in qualche giorno passerà.

Anna Pasotti

articolo di Anna Pasotti – L’acchiappasonno
consulente del sonno infantile
www.lacchiappasonno.com

Anna Pasotti è partner convenzionata ed offre lo sconto MaMCard a scelta tra –10% sulla prima consulenza, o una settimana gratuita aggiuntiva di supporto nei 6 mesi successivi al percorso insieme.

Registrati per ricevere la Newsletter e MaMCard carta sconti

è semplice e gratuito, compila il form e controlla la tua posta
riceverai la newsletter per essere sempre aggiornata sulle attività
sulle notizie per le famiglie e le promozioni riservate.


Controlla lo SPAM se non ricevi la carta o la newsletter, aggiungi info@mammeamilano.com ai contatti desiderati.

Seguici sui social

© 2008-2022  Mamme a Milano di Valentina Bianchetti P.IVA 02699450132   |   Privacy Policy