AMICHE PER SEMPRE?

Leggevo qualche giorno fa un articolo che parava di amicizie che finiscono che mi ha riportata indietro nel tempo. In effetti ricordo come fosse ieri che io e la mia amica del liceo, tra una versione di greco e un pomeriggio di chiacchiere, ci ripetevamo spesso che le amicizie non possono finire, perchè, contrariamente a quanto succede nell`amore, niente poteva intaccare un rapporto stretto come il nostro. Eravamo noi e nessuna gelosia, tradimento, rancore, litigio, avrebbe potuto portarci lontano. Che amarezza poi scoprire che non è vero, che le cose non sono andate così.

Ci raccontavamo tutto, eravamo due ragazze del liceo, quindi parlavamo per lo più di amori disastrosi, non corrisposti o finiti, ma anche delle nostre famiglie, dei nostri sogni e desideri. Della vita, insomma. Passavamo insieme moltissimo tempo, soprattutto a casa sua, dove lei aveva tanto spazio, un gatto intelligentissimo e un giardino con le arnie delle api. Stavamo crescendo, ed eravamo insieme.

Poi un giorno qualcosa si è rotto irrimediabilmente. Ci siamo allontanate, lei si è trovata altri amici, forse perchè io non le bastavo più. Io credevo fosse possibile continuare comunque ad essere quello che eravamo, quasi sorelle, nonostante tutti i nuovi amici del mondo. Ma così non è stato. Piano piano lo spazio per noi, per le nostre chiacchierate, per le telefonate di ore con i genitori che ci dicevano di chiudere, non c`è stato più. E mentre lo scrivo mi fa ancora un po` male, dopo tanti, tanti anni.

Una sera eravamo a una festa dei 18 anni di un amico. In sottofondo la stupida canzone degli 883 sull`Uomo Ragno. E lei mi disse, così, di punto in bianco, che quando lei aveva avuto bisogno di me, io non c`ero stata. Quell`anno era improvvisamente mancato il suo papà e io, forse per pudore, forse per non essere invadente, forse perchè non ero capace di affrontare queste cose nel modo giusto, dovevo aver sbagliato qualcosa. Avrei dovuto essere diversa, dire qualcosa di diverso, trovare la strada per esserle accanto.

E così, l`ho persa. Ci siamo perse. Non era destino, crescendo siamo cambiate, siamo diventate diverse, forse, anche se io, in questo momento, le emozioni di quel periodo le sento esattamente allo stesso modo, esattamente come se avessi sedici, diciassette o diciotto anni.

L`ho invitata al mio matrimonio, ma lei non è venuta.

E poi mi ha chiamata un giorno, quando la vicenda della nascita prematura del mio secondo bambino mi ha fatto ritrovare tutti i pezzi più importanti della mia vita. E lasciare indietro quelli che non contavano. Mi ha fatto piacere, sentirla. Dopo tanto tempo, aveva saputo del momento terribile che avevo passato e ha voluto esserci. Quindi, ho pensato, anche per lei quell`amicizia era stata importante, anche lei ancora, ogni tanto, mi pensava.

Quali situazioni, quali cambiamenti, quali scelte portano le amicizie più grandi e profonde a finire? Voi, avete mai perso un`amicizia che credevate eterna?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.