14 Film di Natale per bambini | Mamme a Milano
LifeStyle

Film di Natale per bambini

film di natale per bambini
I più bei film di Natale per bambini, animati e non

Per far sognare ai bambini la magia del Natale o riunirsi tutti insieme e guardare uno dei film natalizi preferiti di tutti i tempi. Ma quali scegliere? Leggi le trame e guarda i trailer.

INDICE film animati

  1. KLAUS
  2. POLAR EXPRESS
  3. A CHRISTMAS CAROL
  4. THE NIGHTMARE BEFORE CHRISTMAS
  5. ARTHUR CHRISTMAS Il Figlio Di Babbo Natale
  6. IL GRINCH E LA FAVOLA DI NATALE!
  7. GLI EROI DEL NATALE
  8. LE 5 LEGGENDE

INDICE film non animati

  1. LO SCHIACCIANOCI
  2. ELF Un elfo di nome Buddy
  3. SUPERCUCCIOLI A NATALE
  4. ZAMPA E LA MAGIA DEL NATALE
  5. MIRACOLO IN UNA NOTTE D’INVERNO
  6. QUALCUNO SALVI IL NATALE

Film di Natale per bambini animati

KLAUS

Un postino egocentrico stringe un’improbabile amicizia con un giocattolaio solitario, riportando la gioia in una città fredda e cupa che ne ha disperatamente bisogno.

Quando Jesper si distingue come il peggior studente dell’accademia postale, viene assegnato d’istanza su un’isola ghiacciata al circolo polare artico, dove gli abitanti del luogo, in lotta tra loro, difficilmente si scambiano parole tantomeno lettere. Jesper sta per arrendersi quando trova un’alleata nell’insegnante locale Alva e scopre Klaus, un misterioso falegname che vive da solo in una capanna piena di giocattoli fatti a mano. Queste improbabili amicizie restituiscono risate a Smeerensburg, forgiando una nuova eredità di vicini generosi, magiche terre e calze accuratamente appese al camino.

POLAR EXPRESS

È la notte della Vigilia di Natale e un bambino è fortemente convinto che sotto l’albero i regali verranno messi dai suoi genitori e non da Babbo Natale, alla cui esistenza non crede affatto. Proprio pochi minuti prima di mezzanotte, sulla strada che costeggia la sua casa, giunge un misterioso treno a vapore che sembra apparso dal nulla, chiamato Polar Express; il controllore, un uomo burbero ma bonario, svela al giovane che tale treno conduce i bambini al Polo Nord permettendo loro di incontrare Babbo Natale. Nonostante i suoi dubbi, il bambino decide di salire a bordo.

Il treno è pieno di bambini tutti vestiti in pigiama, ai quali durante il viaggio viene servita della cioccolata calda da solerti camerieri e cuochi ballerini. Il protagonista fa amicizia con una simpatica ragazzina, con un timido ragazzino di nome Billy e con un altro ragazzino con l’aria da saputello; conosce anche un misterioso avventuriero che vive sopra i vagoni bevendo continuamente caffè, il quale lo rimprovera di non essere completamente sincero con sé stesso, essendo sempre in bilico tra il credere e il non credere.

Dopo diverse peripezie, e l’incontro con una numerosa mandria di caribù, finalmente il Polar Express giunge al Polo Nord, e il vagone dei tre piccoli amici si stacca dal treno per essere depositato nella fabbrica dei giocattoli. Uscendo, i tre si radunano nella piazza giungendo dentro il grande sacco dei regali: finalmente si presenta Babbo Natale che deve scegliere il bambino a cui assegnare il primo dono.

Il protagonista chiede una campanella staccatasi dalle redini delle renne scalpitanti, e che suonerà soltanto quando ammetterà di credere; il ragazzino ammira Babbo Natale decollare nella notte per le sue consegne, poi risale sul treno per fare ritorno a casa.

A CHRISTMAS CAROL

È la vigilia di Natale nella Londra del 1843 e l’anziano Ebenezer Scrooge, un finanziere avaro, egoista e scorbutico, respinge sgarbatamente l’invito a cena da parte dell’allegro nipote Fred.

Giunta l’ora di chiusura del negozio, dopo aver cacciato in malo modo due uomini che gli chiedevano un contributo per i bisognosi, Scrooge si reca solitario alla sua dimora. Mentre sta mangiando, prima di andare a letto, riceve la visita dello spirito di Jacob Marley, suo vecchissimo socio del negozio, morto esattamente sette anni prima proprio la notte della vigilia di Natale. Lo spirito di Marley appare a Scrooge contorniato da pesanti catene ai cui apici pendono dei forzieri: catene che, come dice Marley stesso, sono conseguenza dell’avidità e dell’egoismo perpetrati mentre era in vita; egli infatti derubava le vedove e truffava i poveri.

Scrooge, impaurito, chiede al vecchio socio come poter evitare che gli accada la stessa sorte, così Marley rivela a Scrooge di essere ancora in tempo per mutare il suo destino e, prima di congedarsi, gli annuncia la prossima visita di tre spiriti, quello del Natale passato, del Natale presente e del Natale futuro. I tre spettri, tra flashback e premonizioni riusciranno a mutarne l’indole meschina ed egoista, facendolo risvegliare la mattina di Natale con la consapevolezza che la ricerca del denaro e l’attaccamento alle sole cose materiali sono sbagliate, e così la carità e la fratellanza si faranno finalmente largo nel cuore buono del vecchio usuraio.

THE NIGHTMARE BEFORE CHRISTMAS

Il Paese di Halloween è un mondo immaginario nel quale vivono tutti i mostri della festività e tutto ruota intorno alla festa del 31 ottobre, i cui preparativi durano l’intero anno. A capo del paese c’è il re delle zucche, Jack Skeletron (Skellington nell’originale), uno scheletro molto magro e alto più di 2 metri, da tempo stanco di tale festività e di spaventare.

Mentre Jack vagabonda nel bosco accompagnato dal suo cane Zero, scopre un circolo di alberi che non ha mai visto prima. Ogni tronco ha una porta con una forma diversa: Jack è particolarmente attratto da quello con il disegno di un albero di Natale. Appena lo apre viene risucchiato in una città piena di neve, luci e felicità, viene attratto da tutti quei colori, dai regali e dalla gioia che si respira in questo posto rendendosi subito conto che è questo ciò che stava cercando.

Appena tornato nella città di Halloween, Jack chiama gli abitanti per un incontro. Mostra loro tutti i vari oggetti che caratterizzano il Natale, però gli altri cittadini non riescono ad afferrare il messaggio del Natale e vedono quei manufatti sempre con gli occhi di un abitante di Halloween. A Jack, frustrato da ciò, non resta altro che spiegare loro il Natale nell’unico modo in cui possono capirlo: così racconta che lì il capo ha una voce profonda, delle chele al posto delle mani, vola in cielo con una slitta trainata da animali mostruosi e si fa chiamare Babbo Nachele.

Dispiaciuto dall’incapacità dei suoi amici di capire il Natale, Jack si chiude in casa e inizia a fare vari esperimenti per capirlo fino in fondo. Giunge alla conclusione che basta realizzarlo per farlo funzionare, allora informa tutti che quest’anno penserà lui ai festeggiamenti del Natale.

Assegna precisi compiti ad ogni abitante per far sì che la festa diventi anche loro. A Sally, una bambola vestita di stracci, spetta il compito del costume, mentre al trio Vado, Vedo e Prendo quello di rapire Babbo Nachele, cioè Babbo Natale, che una volta catturato viene consegnato al malvagio Mr. Bau Bau, anche se Jack si era espressamente raccomandato di non farlo.

Nonostante gli sforzi di Jack di creare un gioioso Natale, gli abitanti finiscono comunque per confondere le idee di Halloween con quelle del Natale creando giocattoli, doni e decorazioni in apparenza innocui, ma che invece si rivelano pericolosi e spaventosi.

Sally, segretamente innamorata di Jack, ha una visione catastrofica dell’evento che sta organizzando e cerca di avvertirlo, ma lui è troppo preso dalle sue fantasie e dalla novità per ascoltarla, così lei tenta di fermarlo creando una fitta nebbia ma la slitta di Jack decolla comunque grazie al naso luminoso di Zero. La notte di Natale Jack consegna ai bambini del mondo reale i regali preparati dai suoi concittadini, ma quel mondo si rivela meno grato di quanto lui pensasse. Polizia e giornali invitano i cittadini a barricarsi in casa a causa di un furfante che sta rovinando i festeggiamenti spacciandosi per Babbo Natale.

Il mondo reale si rallegra per aver abbattuto il furfante, ma viene comunque annunciato che se non si troverà il vero Babbo Natale la festa verrà cancellata. Jack però riprende i sensi e sentendo questa notizia realizza la sua insensatezza e il fallimento del suo Natale; corre quindi alla città di Halloween per liberare il vero Babbo Natale.

Babbo Natale può ora salvare la sua festa e vola fuori dal camino della casa di Bau Bau per ristabilire la pace nel mondo reale, sostituendo i giocattoli distribuiti da Jack con i suoi.

ARTHUR CHRISTMAS Il Figlio Di Babbo Natale

Durante la notte di Natale, Babbo Natale aiutato da un esercito di un milione di elfi, diretto e supervisionato dal figlio maggiore Steve, deve consegnare 2 miliardi di regali a tutti i bambini del mondo. In questa grandiosa operazione capita però che un regalo non viene consegnato: si tratta di una Pinky Princess, la bicicletta tanto desiderata dalla piccola Gwen.

Babbo Natale e Steve lo ritengono un accettabile margine di errore, non è così però per Arthur, il figlio minore di Babbo Natale, che per consegnare l’ultimo regalo mette in atto una folle missione a sole due ore dall’alba del Natale. Con l’aiuto dell’ultracentenario Nonno Natale, le storiche renne, la slitta originale e l’elfo incartatore Bryony, Arthur affronta le sue paure e si impegna con tutto se stesso per far sì che la piccola Gwen, la mattina di Natale possa trovare il suo regalo sotto l’albero.

IL GRINCH E LA FAVOLA DI NATALE!

Il Grinch vive in una grotta in cima al Monte Crumpit, situato sopra il paese di Chistaqua. Il Grinch è un personaggio burbero con un cuore “di due taglie più piccolo”, che ha particolarmente odiato il Natale per 53 anni. Alla Vigilia di Natale si stufa infine di vedere le decorazioni e sentire tutta la musica e i canti nel villaggio, e desidera di poter impedire al giorno di Natale di arrivare a Chistaqua. Quando vede il suo cane, Max, con la neve su tutto il muso a forma di una barba, decide di travestirsi da Babbo Natale e rubare il Natale.

Il Grinch si fa un cappotto e un cappello da Babbo Natale e traveste l’innocente Max da renna. Caricatisi dei sacchi vuoti su una slitta, viaggia verso Chistaqua con qualche difficoltà. Nella prima casa viene quasi scoperto da Cindy Chi Lou, una piccola e dolce Chi che si sveglia e lo vede rubare l’albero di Natale. Fingendo di essere Babbo Natale, il Grinch dice a Cindy Lou che sta solo portando l’albero nella sua officina per ripararlo, quindi le dà da bere e la rimanda a letto. Procede poi a svuotare tutte le case di cibo, regali, alberi, vischio e calze sul camino, portando via anche le decorazioni del villaggio.

Portandosi dietro la refurtiva, il Grinch e Max tornano sul monte Crumpit. Prima di far cadere la slitta carica dalla montagna, il Grinch aspetta di sentire un triste grido dai Chi. Tuttavia, nel villaggio, i Chi cominciano gioiosamente a cantare canzoni di Natale, a dimostrazione che lo spirito del Natale non dipende da cose materiali.

Il Grinch comincia a capire il vero significato del Natale, anche se lo fa appena in tempo per impedire alla refurtiva di finire oltre il dirupo, e mentre cerca di impedire alla slitta di cadere il suo cuore si ingrandisce a dismisura concedendogli la forza necessaria per sollevare la slitta. Così riporta tutto ai Chi e partecipa alla festa, avendo l’onore di affettare l’arrosto, mentre Max ottiene la prima fetta per tutti i suoi problemi.

GLI EROI DEL NATALE

La vergine Maria è visitata da un angelo che le rivela che sarà madre del Messia. Un topo di nome Abby ascolta e rivela agli altri animali che una stella annuncerà l’evento.

Tre mesi dopo, un giovane asino sogna di fuggire dalla macina dove lavora e vi riesce con l’aiuto di suo padre. Ferito ad una zampa, l’asino si rifugia in casa di Maria e Giuseppe. Maria accoglie l’asino che chiama Bo, e rivela al marito di essere incinta, cosa che Giuseppe accetta dopo aver pregato Dio. Bo e il suo amico Dave (una colomba) progettano di fuggire anche da lì, ma vi restano altri sei mesi.

Intanto, i tre Re Magi, con i loro cammelli Felix, Cyrus e Deborah, arrivano al palazzo di Re Erode, annunciando di aver portato oro, incenso e mirra per il nuovo Re. Erode finge di indicare loro a strada, ma segretamente manda il capo dei soldati e i suoi cani Thaddeus e Rufus, per trovare ed uccidere il nuovo Re.

Mentre Maria e Giuseppe lasciano Nazareth diretti a Betlemme, Bo e Dave tentano di fuggire, ma si imbattono in Thaddeus e Rufus, che stanno cercando i loro padroni; Bo decide quindi di avvertirli del pericolo, accompagnato da una pecora di nome Ruth che ha abbandonato il suo gregge per seguire la stella.

Bo riesce a nascondere Maria e Giuseppe dal soldato, ma causa danni in un mercato, venendo rimproverato da Giuseppe, che è all’oscuro del pericolo. Deluso, l’asino fugge e si unisce ad una carovana, ma poi ha nostalgia di Maria, e torna indietro assieme a Dave e Ruth. Intanto, i due sposi arrivano a Betlemme, ma Giuseppe non riesce a trovare alloggio per Maria, che sta per partorire. Bo intanto è riconosciuto e catturato dal mugnaio a cui era fuggito.

Bo finisce in una stalla dove incontra un cavallo di nome Leah, una mucca (Edith), e una capra (Zach), che non riescono a dormire per la luce della stella che illumina la loro mangiatoia. Gli animali capiscono che il Messia deve nascere lì, aiutano Bo a scappare e l’asino conduce Maria e Giuseppe alla mangiatoia; intanto Dave aiuta i cammelli dei Re Magi (anch’essi a conoscenza del piano di Erode) a fuggire dal palo a cui erano legati. Ruth trova il suo gregge e cerca di convincerlo a seguirla, ed ha un aiuto inaspettato dall’angelo, che annuncia ai pastori che il Messia è arrivato.

Tuttavia il soldato, Thaddeus e Rufus arrivano anch’essi sul posto. Bo lotta con i cani di Erode per tenerli lontani dalla stalla, ma è battuto dal soldato. Con l’aiuto dei tre cammelli, di Ruth col suo gregge e di Dave, i tre antagonisti vengono spinti in un dirupo. Il soldato getta giù i suoi cani, ma precipita esso stesso e muore, mentre i cani sono salvati da Bo.

Tutti gli animali, assieme ai pastori e ai Re Magi, arrivano a vedere Gesù bambino, con grande orgoglio di Bo. Deborah predice che questo fatto verrà ricordato per anni in tutto il mondo.

LE 5 LEGGENDE

Jack Frost, riemerge dalle acque di un lago ghiacciato e scopre di avere dei poteri magici. Può volare e, grazie ad un magico bastone, è in grado di creare ghiaccio e neve. Divertito, il ragazzo comincia a provare i suoi nuovi poteri che lo portano ad un villaggio vicino dove scopre che nessuno può vederlo.

3 secoli dopo, al Polo Nord, quartier generale di Nord, alias Babbo Natale, tutto sembra svolgersi normalmente finché il Globo, una grande sfera che mostra ogni bambino che crede nei Guardiani, viene avvolto da una nube nera che assume le sembianze di una figura, che, ridendo malignamente, scompare poco dopo. Preoccupato, Babbo Natale convoca gli altri Guardiani: il Coniglio Pasquale (Calmoniglio), la Fatina dei denti (Dentolina), ed l’Omino del sonno (Sandman).

Dopo essersi riuniti, Babbo Natale racconta loro cosa è successo, spiegando che il malvagio Uomo nero, Pitch Black, è tornato. Gli altri inizialmente sono scettici in quanto l’Uomo Nero era stato sconfitto da loro stessi tempo prima in un periodo chiamato “Secoli Bui”, nel quale Pitch diffondeva il terrore dappertutto. I quattro cominciano a discutere fino all’intervento dell’Uomo nella Luna, un’entità astratta, che comunica loro che devono proclamare un nuovo Guardiano: Jack Frost.

Film di Natale per bambini NON animati

LO SCHIACCIANOCI

Vienna, anni 1920. La sera di Natale, Mary, insieme al fratellino, riceve la visita dello zio, che ricorda molto Albert Einstein, il quale regala ai due bambini sia una casa delle bambole, dove ci sono tre personaggi meccanici, sia uno Schiaccianoci, il quale entra subito nel cuore di Mary.

La stessa notte la bambina si sveglia e si accorge che lo Schiaccianoci non era solo un giocattolo, dato che le parla e si muove come se fosse vivo. I due si dirigono nel salotto magicamente trasformato, dove tutti i giocattoli hanno preso vita: qui Mary conosce anche i tre personaggi della casa dallo zio Albert.

Lo Schiaccianoci e Mary salgono sul fantastico albero di Natale che troneggia nel salotto e si recano dalla Regina della Neve, la quale svela a Mary la vera identità dello Schiaccianoci e la sua storia. In un primo momento Mary riesce a eliminare il sortilegio scagliato contro lo Schiaccianoci dalla Regina Dei Topi e a farlo tornare un principino in carne e ossa ma poi, quando vede che il bambino è tornato ad essere un giocattolo di legno, decide di aiutarlo nella sua avventura, che coinvolgerà i tre amici della casa delle bambole, la Regina della Neve, il fratellino e il Re del Topi.

ELF, Un elfo di nome Buddy

Durante la vigilia di Natale, un neonato raggiunge il sacco dei regali di Babbo Natale per prendere un orsacchiotto. Il bambino raggiunge così il Polo Nord, dove viene adottato da un elfo che lo chiama Buddy.

Arrivato a trent’anni, papà Elfo decide di confessargli la verità: i suoi genitori sono due umani, Walter Hobbs e Susan Wells, ed era stato dato in adozione dopo la nascita; successivamente Susan morì e Walter, che lavora presso una casa editrice di New York, non ha idea dell’esistenza di Buddy. Walter è attualmente finito sulla lista dei cattivi a causa del suo egoismo, perciò Buddy decide di partire con l’intento di cambiare la situazione.

Arrivato a New York, Buddy raggiunge la casa editrice di suo padre e gli rivela la propria identità, ma Walter lo fa allontanare. Arrivato ad un grande magazzino, Buddy conosce una dipendente, Jovie, da cui viene subito attratto e, dopo aver saputo che il giorno dopo arriverà lì Babbo Natale, rimane tutta la notte nel centro commerciale ad addobbarlo per l’occasione.

Si scopre però che in realtà quello che sembra Babbo Natale non è altro che Gimbels, il titolare del centro, e Buddy rivela a tutti la sua identità provocando così una rissa per la quale viene arrestato. Buddy viene rilasciato grazie a Walter, che lo fa sottoporre all’esame del DNA il quale conferma il legame tra padre e figlio. Walter decide così di portarlo a casa sua dalla sua famiglia; tuttavia i rapporti inizialmente non sono dei migliori con Michael, mentre sua moglie Emily insiste affinché lo aiutino a migliorarsi.

Michael viene preso di mira da un gruppo di bulli che lo riempiono di palle di neve ma Buddy lo aiuta conquistando così la sua fiducia e aiutandolo a chiedere un appuntamento a Jovie. La cosa riesce e Jovie e Buddy si innamorano. Intanto, il libro che la casa editrice di Walter ha lanciato non va bene e il capo chiede di lanciare un nuovo libro entro la vigilia di Natale e così Walter e la sua compagnia assumono il nano scrittore di bestseller per bambini Miles Finch ma Buddy, nel vederlo, scambia il nano per un elfo provocando la rabbia dello scrittore e il padre.

Dopo aver lasciato una lettera a Michael ed Emily, Buddy decide di andarsene di casa ma Michael la legge e raggiunge il padre alla casa editrice che sta tenendo un convegno con il suo capo per ascoltare la squadra di Walter dopo aver ritrovato un taccuino con tutte idee di Finch per creare il nuovo libro.

Walter viene informato della fuga di Buddy e, capendo di aver sbagliato, abbandona il lavoro e parte con Michael alla ricerca di Buddy; lo trovano a Central Park dove Buddy e Walter si riconciliano; qui è arrivato anche Babbo Natale con la sua slitta che si è fermata lì poiché ha perso il motore per mancanza di spirito natalizio e non può ripartire senza di esso.

Allora Michael prende la lista di Babbo Natale e la legge davanti alle telecamere arrivate lì dopo l’accaduto insieme alla folla dimostrando così che Babbo Natale è reale mentre in quel momento arrivano anche i guardiani di Central Park che cercano di attaccare la slitta. In quel momento arriva Jovie, che convince la gente ad assecondarla riuscendo così a riportare lo spirito del Natale e facendo volare la slitta.

SUPERCUCCIOLI A NATALE

Il film racconta di una delle tante avventure dei fratelli golden retriever che nonostante abitino in case diverse affrontano varie avventure. In questo caso aiutano il figlio del cane di Babbo Natale ossia Zampa Natale Junior, che era scappato dal polo Nord perché stufo della sua vita monotona e arrabbiato con suo padre, a scappare da un canile e a fargli capire l’importanza del Natale.

ZAMPA E LA MAGIA DEL NATALE

Babbo Natale riceve una lettera dal signor Stewart in cui gli viene data la notizia della morte del proprietario del negozio di giocattoli di Manhattan HuckleBuckle, con un cagnolino di peluche come dono. I suoi elfi lo fanno diventare un vero cane e così Zampa diventerà il miglior amico di Babbo Natale. Arrivato a New York City per un viaggio lampo, Babbo Natale lascia le renne a Central Park e viene pedinato dal barbone Gus, che si finge paramedico dopo che Babbo Natale è stato investito da un’auto, per sottrargli il cristallo magico. Babbo Natale e Zampa si separano a questo punto.

Avendo perso la memoria a causa dell’incidente, Babbo Natale si fa assumere nel negozio di giocattoli Huckle Buckle come lavoratore proprio nel suo ruolo per parlare con i bambini, venendo ospitato da James Huckle e da sua moglie Kate. Nel frattempo la piccola Quinn viene portata in un orfanotrofio, gestito da una signora crudele e senza spirito natalizio: miss Stout, che incenerisce ogni giocattolo che trova e utilizza le piccole orfane per fare le pulizie.

Quinn farà amicizia con la più grande del posto, Willamina, e Zampa, che essendosi perduto entra nella casa famiglia di nascosto alla signorina Stout. Babbo Natale senza il suo cristallo magico è in condizioni critiche ma viene salvato dal suo capoelfo che gli dona anche il cristallo di Zampa. Quest’ultimo diventa grande e Willamina e Quinn vengono adottate da James e Kate che non potevano avere figli. Alla fine gli HuckleBuckle decidono di continuare a gestire il negozio, avendo così esaudito il desiderio del nonno di James.

MIRACOLO IN UNA NOTTE D’INVERNO

Dopo aver perso i genitori in un drammatico incidente, Nikolas viene adottato dalla comunità in cui vive, trascorrendo la propria vita vagabondando da famiglia in famiglia. Per ringraziare le persone che si prendono cura di lui, Nikolas comincia ad intagliare giocattoli da regalare ai figli delle famiglie in cui vive.

Quando una piaga disastrosa colpisce il villaggio, Nikolas è costretto ad abbandonare la città, trovando riparo da un eremita falegname che lo istruirà sull’arte dell’intaglio del legno. Man mano che cresce, Nikolas, vive sempre di più nello spirito del Natale ed ogni anno che passa, passa più tempo a dedicare alla festività la propria vita costruendo giochi per bambini poco fortunati.

QUALCUNO SALVI IL NATALE

Teddy Pierce è un ragazzo che vive con la sorella Kate e la madre Claire. In seguito alla morte del padre, egli non crede più a Babbo Natale. Nel giorno della vigilia di Natale, Kate scopre che il fratello e i suoi amici sono diventati ladri di auto. Decide così di riprenderli e dopo aver registrato tutto, la sera, Kate e Teddy restano soli. Kate, guardando una videocassetta di uno dei natali di famiglia, decide insieme a Teddy di riprendere con la videocamera Babbo Natale. La stessa sera, dopo averlo visto , si intrufolano nella sua slitta, che erroneamente danneggiano. Babbo Natale dovrà quindi, assieme Teddy e Kate a salvare il Natale.

Dopo essere arrivati a Chicago, Babbo Natale e Teddy rubano una macchina già rubata da qualcuno in precedenza, mentre Kate va a cercare le renne. I due fratelli riescono a fuggire con le renne ma Babbo Natale viene arrestato dalla polizia di Chicago, accusato di aver rubato una macchina. Viene così condannato in carcere ma grazie ad una canzone, viene liberato.

Intanto Kate, attraversando il sacco di regali, arriva al Polo Nord dove collabora con gli elfi. Teddy, adescato da una banda di ladri, il capo decide di bruciare il sacco dei regali ma la banda viene sconfitta grazie agli elfi che escono dal sacco tutti insieme. Babbo Natale, gli elfi, Teddy e Kate riescono a consegnare i regali appena in tempo. Teddy e Kate tornano dalla madre mentre Babbo Natale torna al Polo Nord.


vedi anche Libri di Natale per Bambini