La vita in uno sguardo, concorso fotografico aperto ai ragazzi di terza media

La vita in uno sguardo concorso fotografico

Al via la seconda edizione del concorso fotografico della Fondazione Grossman, quest’anno dal titolo La vita in uno sguardo, riservato agli studenti del terzo anno della scuola media. Un solo scatto per raccontare l’istante in cui è avvenuta la presa di coscienza del cambiamento di sguardo sulla realtà.

In seguito al successo della prima edizione dal titolo Straordinario quotidiano di cui puoi vedere qui tutti gli scatti ed i vincitori, che ha visto la partecipazione di 480 ragazzi appartenenti a 13 scuole lombarde e di cui si è svolta la premiazione pochi mesi fa, la Fondazione Grossman ha deciso di rilanciare l’iniziativa con lo scopo di rafforzare il legame con gli altri istituti e sfidare ancora una volta i nostri studenti a raccontare il cambiamento che stanno vivendo.

La vita in uno sguardo concorso fotografico

Per quest’anno il tema del concorso, dedicato ai ragazzi di terza media, prende ispirazione da questa frase dell’artista William Congdon:

“Come per il nomade così per l’artista il luogo è dovunque egli si trova al centro dell’universo”.

La situazione che stiamo vivendo ha cambiato il nostro modo di rapportarci con i luoghi e le persone: abbiamo abitato in maniera nuova spazi che già conoscevamo, guardato con occhi nuovi il volto di chi ci sta accanto.

Il concorso prevede la realizzazione di uno scatto fotografico, che affronti il tema introdotto dalla citazione e racconti l’istante in cui è avvenuto nel partecipante la presa di coscienza di questo cambiamento di sguardo.

Scarica la presentazione e il regolamento dal sito della Fondazione Grossman