Mamma chioccia e mamma tigre: confronto tra mamme

Mamma chioccia e mamma tigre
Se vuoi condividi questo articolo

Mamma chioccia e mamma tigre, ovvero mamme italiane o in generale occidentali e mamme cinesi. Quale sarà lo stile migliore per i bambini? Secondo una professoressa cinese di Yale non ci sono dubbi…

Nel confronto tra mamma chioccia e mamma tigre vince senza ombra di dubbio la seconda. Ma sarà proprio così? Sarà davvero preferibile un’educazione rigida, che spinge sempre e comunque a raggiungere i migliori risultati sacrificando tutto il resto? È davvero così importante la performance?

Una professoressa cinese di Yale, Amy Chua, ha pubblicato sul Wall Street Journal un articolo dal titolo “Perché le madri cinesi sono superiori”
(estratto dal suo saggio “Inno di battaglia della madre tigre”).

Pare infatti che i piccoli cinesi,
educati nella più rigida disciplina,
(roba che noi neanche riusciamo ad immaginare),
siano dei piccoli geni della matematica e della musica.
“Coercizione” sarebbe la parola chiave delle tigri cinesi,
che si contrappongono a noi, chiocce occidentali.

Tra le regole della simpatica mammina:
vietato invitare gli amici a giocare,
abolita completamente la tv,
attività extra-scolastiche imposte dai genitori,
pretesa del massimo dei voti.

La professoressa, tanto per fare un esempio,
racconta di quando fece imparare a una delle sue due bambine
un difficile pezzo al pianoforte:
insulti, minacce, esercitazione no stop senza neanche poter andare in bagno.
Alla fine sembra che la bambina, riuscita nell’impresa,
fosse contentissima e non volesse più smettere di suonare.

Ma dove la mettiamo la fantasia,
la capacità di stare con gli altri,
e soprattutto la capacità di essere felici?

O no?


Per altri articoli sull’essere mamma vai alla rubrica Genitori


Se vuoi condividi questo articolo