Spazio Montessori, uno spazio per la famiglia

spazio-montessori-milano

Lo “Spazio Montessori, uno spazio per la famiglia” in tempi di COVID: una intervista a Sonia Zecchi co-fondatrice del servizio educativo Spazio Montessori ed educatrice montessoriana che vive in prima persona la quotidianità con le famiglie.

Cos’è “Spazio Montessori, uno spazio per la famiglia”?

Un servizio educativo rivolto alla primissima infanzia, dalla nascita ai tre anni. Il bambino fa ingresso con il suo adulto di riferimento in un ambiente preparato secondo la metodologia montessoriana, dove è sempre presente un educatore formato con Opera Nazionale Montessori, e vi permane per il tempo previsto, una o più mattine alla settimana”.

Vedi le foto e l’offerta dello Spazio Montessori Milano: uno spazio gioco e di relazione per i bambini fino a tre anni e le loro famiglie
spazio montessori
spazio montessori

Cosa vi ha fatto credere che potevate riaprire dopo l’estate?

La consapevolezza che ora più che mai la famiglia ha necessità di trovare un ambito particolarmente privilegiato dove incontrare la relazione e le spettacolari sorprese che riservano i momenti evolutivi dei bambini. Noi esseri umani abbiamo la necessità di esprimerci e sentirci attraverso la relazione, sia che siamo adulti o bambini, e in particolare modo il bambino si realizza in questo primario rispecchiamento. Questo processo andava tutelato, ora più che mai, dove i segnali espressivi vengono abbattuti per serie necessità di distanziamento.

Quale strategia avete adottato?

I primi mesi di questa pandemia sono stati utili per comprendere il vero significato del lavoro che compiamo con i nostri delicati ospiti, i bambini, separando nettamente le varie componenti che andavano a costituire le dinamiche multicomponenziali del nostro lavoro: le ricadute dell’epidemia dovevano riversarsi in modo puntuale su un più rigoroso programma di igienizzazione e sanificazione dei materiali e degli ambienti all’uscita di ogni gruppo, nonché in un altrettanto rigoroso Patto di Corresponsabilità condiviso con le famiglie. Abbiamo pertanto lavorato insieme, noi adulti, credendo e facendo la nostra parte affinché il bambino venisse tutelato e gli fosse garantito un momento speciale in cui tornare ad ascoltarsi.

Ha avuto successo la vostra strategia?

Mai come questo in questo autunno/inverno abbiamo avuto i bambini sempre presenti e in salute! E’ un successo che con grande rispetto dobbiamo prima di tutto alle famiglie.

Abbiamo lavorato con piccoli gruppi stabili di massimo quattro bambini.

In parallelo è stato attuato quanto di meglio veniva indicato dall’Istituto Superiore della Sanità, nel Rapporto n.25/2020 Raccomandazioni ad interim sulla sanificazione di strutture non sanitarie nell’attuale emergenza COVID-19: superfici, ambienti interni e abbigliamento, non volendo tralasciare nulla: igienizzazione specifica delle varie tipologie di superfici, sanificazione tramite irraggiamento UV-C ed UV-C con ozono dell’ambiente all’uscita di ogni turno e abbigliamento dell’educatore sanificato al termine della mattina.

spazio montessori

Progetti per il futuro?

Rimanere a fianco del bambino. La Società Umanitaria, che ospita il progetto educativo in Via San Barnaba 48, e da sempre al fianco del tessuto sociale milanese, ha favorito davvero molto il mantenimento dei nostri obiettivi, credendo con noi perché questo fosse ancora possibile. Un grande grazie al nostro Presidente Alberto Jannuzzelli.

I progetti futuri devono essere ragionevolmente prudenti e quindi contiamo di rilanciare la campagna di iscrizioni per il secondo quadrimestre che inizia a febbraio 2021 e termina con il mese di maggio.

Sonia cosa le ha insegnato questa esperienza?

A credere sempre più che l’ambiente del bambino sia “il vero maestro”, come diceva la pedagogista Montessori, e va tutelato perché in esso il bambino possa spiccare il volo. La nostra formazione si concentra molto su questa determinante perché l’ambiente possa essere anche terreno di osservazione. Oggi l’ambiente è diventato anche un terreno di igienizzazione perché dobbiamo tenere fuori dalla porta uno sgradevole ospite, il virus, con il rischio che questa meccanica possa riversarsi sulla percezione che l’educatore riceve dall’ambiente e dalle relazioni che in esso si attivano. Una opportunità maggiore quindi di ascolto di noi stessi, imparando ad organizzare in anticipo tutte quelle azioni che garantiscano una serena convivenza ed una serena osservazione.

Associazione Spazio Montessori

Via San Barnaba 48
segreteria@spaziomontessori.com
www.spaziomontessori.com
Facebook Associazione Spazio Montessori