Vai al contenuto
Autosvezzamento tagli sicuri

Autosvezzamento tagli sicuri degli alimenti

Autosvezzamento tagli sicuri degli alimenti per i bambini, facendo attenzione alla loro età e alle loro capacità di masticazione. Le linee guida per garantire che il bambino mangi in modo sicuro per prevenire rischi di soffocamento.

Taglia gli alimenti in pezzi abbastanza piccoli da essere gestiti facilmente dalla bocca del bambino e da passare attraverso la gola del bambino senza ostruzione. Questo può variare in base all’età del bambino e alla sua capacità di masticazione, ma in genere si consiglia di tagliare gli alimenti in pezzi di circa mezzo centimetro.

Taglia gli alimenti in modo che siano della giusta forma: evita di tagliare gli alimenti in forme rotonde (ad es. le carote a cerchio) che, se aspirati, possono bloccarsi nell’ipofaringe ostruendo completamente il passaggio dell’aria. Invece, taglia gli alimenti in forme piatte o allungate, come i bastoncini o le strisce.

Rimuovi le parti dure o fibrose degli alimenti. Ad esempio, rimuovi le estremità dure delle carote o delle fette di mele, poiché possono essere difficili da masticare e da ingoiare.

Inizia con alimenti morbidi e facili da masticare. Per i bambini più piccoli o per quelli che hanno difficoltà a masticare, inizia con alimenti morbidi come banane mature, avocado o patate dolci cotte.

Le consistenze più pericolose, con differenti meccanismi, sono quella dura (frutta a guscio, popcorn, sfoglie di patate fritte), quella appiccicosa (es. burro d’arachidi, caramelle gommose), quella fibrosa (es. sedano) e quella comprimibile (es. wurstel e marshmallow). Gli alimenti duri e fibrosi sono difficili da masticare e da ingoiare per la mancanza di denti nel bambino. Gli alimenti comprimibili possono scivolare nelle vie aeree prima che il bambino riesca a morderli e adattarsi alla forma dell’ipofaringe ostruendo il passaggio dell’aria. Gli alimenti appiccicosi risultano difficili da rimuovere se rimangono bloccati nelle vie aeree. Sarebbe meglio evitare tutti questi fino ai 4/5 anni del bambino.

Supervisiona sempre i bambini mentre mangiano, MAI lasciarli da soli. Assicurati che i bambini siano seduti a tavola e che mangino lentamente e con attenzione. I bambini non devono mangiare mentre giocano, si muovono, sono distratti dalla tv, sono nel passeggino o si trovano in un veicolo in movimento (es. automobile).

Non dare alimenti ai bambini mentre stanno piangendo o ridendo.

Non forzare il bambino a mangiare.

Imparare le basi del primo soccorso pediatrico per essere in grado di intervenire in caso di soffocamento.

Autosvezzamento tagli sicuri degli alimenti

Il Ministero della Salute propone un set di regole per la preparazione degli alimenti pericolosi ed il
comportamento da tenere durante il pasto al fine di minimizzare il rischio di soffocamento.

Alimenti pericolosi (categorie principali)Preparazione raccomandata
Alimenti di forma tondeggiante (es. uva, ciliegie, olive, mozzarelline, pomodorini,
polpettine)
Tagliare in pezzi piccoli (circa 5 mm). Prestare attenzione nel rimuovere i semi e i noccioli.
Alimenti di forma cilindrica (es. wurstel, carote)Tagliare prima in lunghezza (a listarelle) e poi in pezzi più piccoli (circa 5mm), MAI a rondelle. Prestare attenzione nel rimuovere eventuali budelli o bucce.
Cereali in chicchi e
muesli
Tritare finemente/Utilizzare i cereali sotto forma di farina anziché di chicchi interi (dopo l’anno i bambini non dovrebbero più mangiare farine).
Alimenti che si rompono in pezzi duri e
taglienti (es. cracker e biscotti di consistenza
molto dura)
Ridurre in farina/sbriciolare
(dopo l’anno i bambini non dovrebbero più mangiare farine).
Pezzi di frutta e verdura cruda, o solo
parzialmente cotta, con consistenza dura e/o fibrosa
Cuocere fino a quando raggiungono una consistenza morbida, o grattugiare finemente. Prestare attenzione nel rimuovere eventuali semi, noccioli, filamenti, e bucce.
Verdure a fogliaCuocere fino a quando raggiungono una consistenza morbida e tritare
finemente. Qualora fossero consumate crude, sminuzzare finemente. Prestare attenzione nel rimuovere filamenti e nervature.
Carne, pesceCuocere fino a quando diventano morbidi e poi tagliare in pezzi piccoli. Prestare attenzione nel rimuovere nervature e filamenti, gli ossicini dalla carne, le lische dal pesce.
Salumi e prosciuttoTagliare in pezzi piccoli (massimo 1 cm) da somministrare singolarmente
LegumiCuocere fino a quando sono abbastanza morbidi da poterli schiacciare con una forchetta.
Formaggi a pasta filataTagliare finemente.
Alimenti (es. pane, biscotti) che contengano frutta secca, disidratata, cereali in chicchiTritare finemente o ridurre in farina.

Leggi anche BLW baby-led weaning Autosvezzamento come iniziare

Iscriviti alla Newsletter

Partecipa alla nostra Community