IL BEBÈ DELLA MIA AMICA

Ogni volta sembrano piccolissimi, i neonati, anche a me che ne ho avuto uno davvero micro. Ogni volta stupiscono, con i loro movimenti lenti, i pugnetti stretti, le labbra che succhiano nel sonno il latte della mamma. Lo sappiamo, li abbiamo avuti, eppure è sempre un piccolo miracolo questo affacciarsi al mondo di una vita nuova.

Oggi ho incontrato il bambino di una delle mie più care amiche, una di quelle storiche, della scuola. È partita dopo noi altre ma ci ha superate tutte con il terzo bambino arrivato una settimana fa. Mi è sembrato bellissimo e tranquillo, se ne stava beato nella carrozzina che più di dieci anni fa fu del mio primo bambino e poi attaccato al seno della mamma, già in forma e disinvolta come solo una mamma al terzo giro può essere.

Sono tornata a casa in tram smanettando col cellulare, telefonando e pensando alle mille cose che mi restano da chiudere prima di partire. Soltanto a casa ho fermato le emozioni di quell`incontro, per non permettere alla frenesia della quotidianità di sovrastare i pensieri importanti.

E mi sono detta che questo bambino sarà con ogni probabilità (salvo sorprese gradite!) l`ultimo del giro di noi amiche di scuola, ormai tutte sopra i quaranta.
Che il tempo vola e che il mio bambino grande ha ormai la stessa età di quando io e questa mamma ci siamo conosciute sui banchi di scuola. Ed è davvero un pensiero pazzesco.
Che tre è proprio il numero perfetto e che in fondo una punta di rimpianto ce l`avrò sempre. Ne avrei voluto un altro, di bambino, magari sarebbe stata una bambina, dopo due maschi, ma un terzo maschio sarebbe stato bello comunque. Ma poi…le cose sono andate diversamente e, come mi disse un giorno una cara amica mentre mangiavamo un panino nella stanza d`appoggio per i genitori fuori dalla Terapia Intensiva: “se vuoi far ridere Dio, raccontagli i tuoi progetti!”.

Benvenuto, piccolino, ci hai già portato pensieri belli ed emozioni importanti come solo le nuove vite sanno fare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.