Inizio della scuola

Inizio della scuola: un giorno di emozioni

Ormai ci siamo,  domani ricomincia la scuola e è strano pensare che sia già il secondo inizio della scuola da expat.

È già tutto pronto: le divise, gli zaini, i lunch box.

Scrivo velocemente seduta sull’erba del parco, davanti al lago leggermente increspato dalla brezza di fine estate.

Da quando siamo tornati a Bucarest dopo le vacanze i giorni hanno preso a passare veloci, a inanellarsi uno dopo l’altro senza tregua, come quando da bambina infilavo le perline e non appena ci prendevo la mano in un attimo facevo una lunga collana. 

Mi prendo qualche minuto per fermare il tempo prima che la campanella suoni di nuovo e prima che per i miei bambini sia il momento di crescere ancora un po’.  

Domani mattina usciremo prestissimo perché ci sono da conoscere i nuovi professori e poi bisogna comprare un bel po’ di fiori, che qui in Romania il primo giorno di scuola tutti i bambini li regalano alle maestre. 

E poi, alle otto e mezza, sarà di nuovo un inizio. Di nuovo l’inizio della scuola. E gli inizi, si sa, ci emozionano un po’.  Ogni inizio segna anche una fine: la fine dell’estate,  la fine delle vacanze, la fine di questa età dei bambini che  non tornerà più.  Ogni inizio ci fa guardare avanti, curiosi di scoprire quali nuove strade si apriranno davanti a noi, ma ci porta anche un po’ di nostalgia per tutto quello che è stato. 

E poi con ogni anno scuola che arriva sappiamo di doverli lasciare andare un po’ di più,  i nostri bambini. È giusto ed è anche bello vederli crescere, ma significa anche vederli fare un altro pezzetto di strada lontano da noi. 

L’anno scorso ero preoccupata per il totale cambiamento di paese, di scuola,  di lingua. Oggi so che se l’anno scorso ce l’hanno fatta quest’anno non potranno che continuare bene. E avranno un po’ meno bisogno di me.

E presto gli alberi del parco esploderanno nei colori dell’autunno e poi, senza che ce ne rendiamo conto, questo prato sarà coperto di neve e questo lago ghiacciato. 

E per tutti noi sarà una nuova avventura.

Buon inizio, care mamme, buon inizio della scuola a tutte voi e ai vostri bambini. 

Che sia un grande anno di fatiche, sì,  ma anche di gioia e scoperte!


Per altri post vai alla homepage del Blog di Giuliana.