Vai al contenuto

Come le regole per bambini li aiutano a crescere

regole per bambini
Se vuoi condividi questo articolo

L’educazione dei figli è un compito, spesso faticoso, che i genitori si trovano ad affrontare molto presto. Molteplici sono i dubbi e i timori che sorgono quando si tratta di dare regole per bambini e di educarli, stabilendo norme e confini.

Le regole sono rassicuranti a qualsiasi età e creano un senso di sicurezza, di contenimento e percezione di stabilità, soprattutto se applicate in modo coerente. Il bambino ha la necessità che i suoi genitori, le maestre e altri adulti di riferimento stabiliscano dei limiti perché senza può sentirsi in balia della troppa libertà, non sapendo distinguere chiaramente tra ciò che è accettabile e ciò che non lo è.

I confini guidano i piccoli ad imparare il comportamento corretto e a sviluppare una sana autostima perché aiutano anche a far fronte a sentimenti di disagio. A questo proposito, a volte le mamme e i papà evitano di fissare dei vincoli dal momento che non vogliono rendere il loro figlio triste, ma imparare a gestire anche le emozioni spiacevoli è sicuramente un’importante conquista.

Applicare le regole, inoltre, è un’occasione per il bambino per esercitarsi nel prendere decisioni e misurarsi con ciò che ne consegue.

Il piccolo ha bisogno di sapere come seguire le norme e andare d’accordo con il mondo una volta che ha lasciato la sicurezza e la protezione dei suoi genitori. È possibile imparare ciò con affermazioni chiare e semplici sui comportamenti accettabili, che indicano anche le conseguenze del mancato rispetto delle regole.

Stabilire alcune regole per bambini con loro stessi è un’opportunità per insegnarne il significato e, a seconda dell’età, può risultare utile riformulare i concetti in modo tale che si capisca il perché una cosa deve essere in una certa maniera e quindi si comprenda meglio il senso della regola stessa.

L’obbedienza non deve essere trasmessa tramite la paura bensì con il buon esempio! Utilizzando un linguaggio positivo, l’adulto può suggerire al bambino delle alternative quando non può fare una determinata azione e consentire un processo decisionale appunto adeguato all’età.

Non dimentichiamo, poi, che i piccoli imparano il rispetto o la mancanza di rispetto da come vengono trattati e da come i grandi, modelli di riferimento, si trattano a vicenda.

Come le regole per bambini li aiutano a crescere

Le regole per i bambini li aiutano ad imparare la differenza tra giusto e sbagliato, dando dei limiti da mettere alla prova. In questo senso a volte, soprattutto in certi momenti dello sviluppo, i figli si comportano male perché hanno bisogno di sapere fino a che punto possono spingersi prima di affrontare le conseguenze, manifestando comportamenti sfidanti, come rispondere a tono o disobbedire.

I bambini però possono essere insolenti proprio perché stanno cercando di affermare la loro indipendenza man mano che crescono! È importante ricordare che questo comportamento è parte dello sviluppo emotivo lungo la crescita. L’oppositività, oltre a rappresentare un passaggio evolutivo volto all’espressione di sé, può costituire inoltre una richiesta di riconoscimento o di indicazione su come rispettare limiti e confini.

Le regole per bambini dunque li preparano al mondo esterno alla famiglia e lo aiutano ad imparare a sintonizzarsi con i comportamenti adeguati richiesti nei diversi ambienti sociali. Con uno sguardo sulla nostra società, infine, potremmo dire che non sia mai troppo presto per iniziare ad educare i piccoli al rispetto, innanzitutto per l’altro.

Leggi anche Diamoci una regolata. Perché è ancora importante parlare di regole per i bambini e gli adolescenti?

Associazione Pollicino e Centro Crisi Genitori Onlus
Via Amedeo D’Aosta, 6 – Milano
info@pollicinoonlus.it – www.pollicinoonlus.it
Tel. 800644622 


Se vuoi condividi questo articolo

© 2008-2022  Mamme a Milano di Valentina Bianchetti P.IVA 02699450132   |   Privacy Policy