ELENCHI SCUOLE nella Città di Milano   (attenzione potrebbero esserci state modifiche non aggiornate)

ASILI NIDO E SCUOLE DELL’INFANZIA Comunali  000 ASILI NIDO E SCUOLE DELL’INFANZIA Privati
SCUOLE PRIMARIE Statali SCUOLE PRIMARIE Paritarie
SCUOLE SECONDARIE di I GRADO Statali SCUOLE SECONDARIE di I GRADO Paritarie
SCUOLE SECONDARIE di II GRADO Statali  SCUOLE SECONDARIE di II GRADO Private                   

oooo

000

INFO POINT COMUNE DI MILANO EDUCAZIONE E INFANZIA

Via Porpora 10 – tel. 0288456302     clicca qui e vai al sito web

Servizi all’Infanzia (0-6 anni) dal geoportale Comune di Milano

0Schermata 2015-12-31 alle 14.51.53 Cerca la tua Scuola

Ufficio scolastico per la Lombardia – Milano

Home Page MIUR

Schermata 2015-12-31 alle 14.54.58

Iscrizioni Online – MIUR

Elenco certificatori DSA
 000
milano-ristorazione Home Page di MILANO RISTORAZIONE 

Cosa si mangia oggi nelle scuole?

Modulistica per le Famiglie

pappa-mi PappaMi Cosa mangiano i vostri figli a scuola? Ma soprattutto come mangiano? Mangiano cibi buoni, sani, cucinati e serviti nel modo giusto? Questo sito nasce per rispondere a queste domande, lasciando la parola direttamente ai genitori che partecipano attivamente al continuo controllo dei pasti serviti a scuola, le Commissioni Mensa.

 oooo

000

frutta nelle scuole

Il programma europeo “Frutta nelle scuole”,  introdotto dal regolamento (CE) n.1234/2007  del Consiglio del 22 ottobre 2007,  è finalizzato ad aumentare il consumo di frutta e verdura da parte dei bambini e ad attuare iniziative che supportino più corrette abitudini alimentari e una nutrizione maggiormente equilibrata, nella fase in cui si formano le loro abitudini alimentari.

              Gli obiettivi del programma:

  • incentivare il consumo di frutta e verdura tra i bambini compresi tra i sei e gli undici anni di età;
  • realizzare un più stretto rapporto tra il “produttore-fornitore” e il consumatore, indirizzando i criteri di scelta e le singole azioni affinché si affermi una conoscenza e una consapevolezza nuova tra “chi produce”  e  “chi consuma”;
  • offrire ai bambini più occasioni ripetute nel tempo per conoscere e “verificare concretamente” prodotti naturali diversi in varietà e tipologia, quali opzioni di scelta alternativa, per potersi orientare fra le continue pressioni della pubblicità e sviluppare una capacità di scelta consapevole; le informazioni “ai bambini” saranno finalizzate e rese con metodologie pertinenti e relative al loro sistema di apprendimento (es: laboratori sensoriali).

000

000

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.