#SPORTELLO MAMME: Da lunedì 17 luglio è possibile fare domanda per il bonus nido  2017!

Finalmente il 17 luglio 2017 le mamme e i papà italiani potranno procedere con l’inserimento e o presentazione delle domande di bonus nido  2017 per l’annualità 2017- 2018.

La circolare che disciplina la normativa bonus nido 2017 è la n. 88 2017 Inps (possibie scaricarla in calce all’articolo).

A chi spetta il bonus:

  • Ai genitori italiani di bimbi nati a far data dal 1° Gennaio 2016;
  • Ai genitori extra comunitari in possesso di regolare permesso di soggiorno * di bimbi nati a far data dal 1° Gennaio 2016;
  • Ai genitori stranieri che abbiano il riconoscimento di rifugiati politici e o protezione sussidiaria di bimbi nati a far data dal 1° Gennaio 2016.

Requisiti:

  • Il bonus nido 2017 spetta al genitore che effettivamente ha sostenuto la spesa finanziaria per l’iscrizione dell’asilo nido.
  • In caso di agevolazione per il supporto domiciliare il genitore dovrà anche risultare convivente con il bimbo/a.

Come funziona:

 Il bonus consiste:

  • nell’erogazione di un contributo a fondo perduto di Euro 1.000, 00 (mille/00) per supportare i genitori nel pagamento delle rette dell’asilo nido (sia privati che pubblici). Tale erogazione avverrà mensilmente. L’Inps ripartirà l’importo di Euro 1.000, 00 (mille/00) in 11 mesi.

o

  • nell’erogazione di un contributo a fondo perduto di Euro 1.000, 00 (mille/00) per sostenere le forme di supporto domiciliare presso la propria abitazione a favore dei bambini di età inferiore i 3 (tre) anni affetti da gravi patologie croniche. Tale erogazione avverrà in unica soluzione.

Come presentare domanda:

  • utilizzando il portale Inps accedendo mezzo pin dispositivo in dotazione;
  • tramite contact center Inps 06164164 da mobile, 803164164 da fisso (solo se di dispone di pin Inps dispositivo);
  • tramite CaF o patronato o altro intermediario.

Nota bene:

  • Per poter presentare la domanda di bonus nido 2017 occorre che il bimbo/a sia già iscritto presso asilo nido e quindi si disponga di regolare documento prodotto dall’ente per avvenuta iscrizione o in alternativa della copia della graduatoria oltre che della prova dell’avvenuto pagamento di una rata o della retta completa.
  • E’ possibile presentare domanda anche per chi iscrive oggi il bimbo/a, ma lo inserirà fisicamente nel periodo settembre – novembre 2017. Per tutti coloro che rientrano in tale casistica e non dispongono della prova del pagamento di una rata o della retta completa, sarà possibile concludere la presentazione della domanda e ottenere il protocollo, ma l’erogazione del contributo avverrà solo dopo la presentazione di un documento che attesti il pagamento effettivo (es. fattura quietanzata, ricevuta fiscale etc.).
  • Oltre i documenti richiesti ai fini stessi della pratica (avvenuta iscrizione, avvenuto pagamento) occorre sempre presentare il modello SR 163 per le coordinate bancarie da far compilare a cura della propria banca e o posta.

E’ possibile:

  1. allegare i documenti richiesti durante la compilazione della domanda online sia che si presenti autonomamente sia che ci si rivolga ad un intermediario
  2. consegnare i documenti richiesti in forma cartacea muniti di copia di documento di identità e codice fiscale in corso di validità presso la sede Inps di riferimento rispetto al C.A.P. di residenza,
  3. inviare i documenti richiesti mezzo mail all’indirizzo milano@inps.it indicando nell’oggetto il codice fiscale del genitore che richiede il bonus e il n. di protocollo della domanda inoltrata. Anche in questo caso occorre sempre inviare copia del documento di identità e codice fiscale in corso di validità.

I fondi stanziati per questo bonus da parte dello Stato italiano ammontano ad Euro 144.000.000, 00.

Non perdete l’occasione di richiedere questo contributo!

E se avete bisogno di una mano…

Per ogni dubbio, esitazione o consulenza potete scrivere alla nostra mail dedicata info@giovaniconlapiva.info oppure inviarci un inbox tramite la pagina FB @giovaniconlapiva.

 

File Scaricabile
Circolare numero 88 del 22-05-2017.pdf

*permessi di soggiorno per soggiornanti lunghi periodi e o carte  o di una delle carte di soggiorno per familiari extracomunitari di cittadini dell’Unione Europea previste dagli artt. 10 e 17 del D.lgs. n. 30/2007.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *