Vai al contenuto
Nonni in casa come vivere sotto lo stesso tetto

Nonni, come vivere sotto lo stesso tetto: dalla scelta della casa alla convivenza

In Italia sono tantissime le famiglie che hanno deciso di condividere, tutte insieme, lo stesso tetto. Si parla soprattutto delle persone che hanno scelto di vivere insieme ai nonni, per godersi la loro compagnia e per supportarli in un’età che produce sempre qualche piccola complicazione. Poi è chiaro che si tratta anche di una decisione che ha i suoi “contro”, come ad esempio le maggiori difficoltà in sede di privacy, soprattutto se la casa non è enorme. Vediamo dunque come vivere tutti insieme appassionatamente, dalla scelta della casa ai consigli per la convivenza ed il ruolo dei nonni nella famiglia odierna.

Nonni in casa: dai vantaggi al cambio abitazione

Per prima cosa, avere i nonni in casa può rappresentare un supporto notevole per le mamme. Si parla ad esempio della possibilità di coinvolgerli per tenere d’occhio i bimbi e per occuparsi di loro. In questo modo, la mamma potrà concedersi un po’ di tempo per riposarsi o svagarsi, oltre alla possibilità di sbrigare le faccende domestiche più urgenti, senza distrazioni. Naturalmente è importante che la casa sia spaziosa, come anticipato poco sopra, per poter vivere comodamente e per godere del giusto grado di privacy.

Inoltre, quando si compie una scelta di questo tipo e si opta per una casa più grande in cui vivere tutti insieme, è importante organizzarsi al meglio per non farsi trovare impreparati. Prima di poter abitare ufficialmente la nuova casa insieme ai nonni, infatti, bisognerà renderla agibile e confortevole, occupandosi ad esempio dell’attivazione delle utenze. Per capire come procedere senza troppe difficoltà, esistono alcuni approfondimenti utili da poter consultare anche online, come quello riguardante il cambio gestore gas realizzato da ENGIE. In secondo luogo, quando si cambia casa, bisogna ovviamente organizzarsi a puntino anche per quel che riguarda il trasloco. Qui si suggerisce di prepararsi con largo anticipo, almeno 2 o 3 mesi prima.

Alcune regole per una convivenza piacevole

Avere i nonni in casa significa imparare a rispettare i loro spazi, dato che noi non siamo gli unici ad averne diritto. I vantaggi principali riguardano, oltre alla possibilità di sollevare i genitori da qualche compito con i bimbi, anche la possibilità di godersi la quotidianità tutti insieme, e di poter creare un fronte unito dinnanzi alle difficoltà economiche, soprattutto in un periodo particolare come questo.

A seguire, è bene chiarire sin da subito i ruoli, ponendo anche dei limiti e delle regole per la convivenza. Spesso, infatti, i nonni tendono un po’ a sovrastare i genitori, per quel che riguarda la crescita dei piccoli, ma questo rischia di minare l’autorità di mamma e papà.

L’ultima parola, insomma, deve essere quella dei genitori, cercando ovviamente di trovare dei compromessi in caso di differenze di vedute. Di contro, i nonni hanno il sacrosanto diritto di avere voce in capitolo sulle questioni più importanti, come l’educazione dei bimbi. Anche in questo caso è bene concedere loro la possibilità di coltivare liberamente la propria relazione nonni-nipoti che è una preziosa risorsa, non solo per i genitori, ma in particolar modo per i bambini e ragazzini. I paletti, insomma, non devono mai essere eccessivi.

Tag: