DAL SENO AL CUCCHIAINO: un progetto per riconoscere e prevenire i disordini alimentari nei bambini di oggi

DAL SENO AL CUCCHIAINO: ansie e conquiste”, un importante progetto rivolto ai genitori dei più piccoli (0-3 anni), promosso dall’Associazione Pollicino e Centro Crisi Genitori Onlus, con il patrocinio del Comune di Milano.

Si tratta di una serie di incontri gratuiti con cadenza mensile, pensati per aiutare madri e padri a comprendere la delicata fase del passaggio dall’allattamento allo svezzamento, e fornire così gli strumenti adeguati per cogliere il messaggio che il comportamento alimentare in età infantile veicola.

Gli appuntamenti – che si svolgeranno tra ottobre e dicembre presso alcuni Store Chicco di Milano – vedranno la partecipazione di psicoterapeuti e professionisti dell’Associazione Pollicino, che accoglieranno e informeranno i genitori allo scopo di prevenire l’insorgere di disturbi alimentari nei bambini, tema su cui la Onlus porta avanti studi, ricerche e iniziative di sensibilizzazione da oltre sette anni.

Primo incontro
Martedì 21 ottobre, ore 15.00
Presso lo Store Chicco di Corso Buenos Aires 75

Interverrà la Dott.ssa Pamela Pace – Psicoanalista, Psicoterapeuta,

Presidente Associazione Pollicino e Centro Crisi Genitori Onlus

Ingresso gratuito

Nel passaggio dall’allattamento allo svezzamento, cosa si perde e cosa si scopre? Perché questo passaggio è spesso vissuto come un momento difficile?
Ma, soprattutto, chi ne è coinvolto?

Questo progetto, realizzato dall’Associazione Pollicino e Centro Crisi Genitori Onlus in collaborazione con l’osservatorio Chicco, può aiutare madri e padri a comprendere e a far luce su questa delicata fase di crescita, tanto attesa e insieme tanto temuta.

Riconoscere e prevenire sono le azioni fondamentali per aiutare le madri e i padri a cogliere il messaggio che il comportamento alimentare in età infantile veicola, così da poter trovare insieme le modalità più adatte a identificarlo, aiutando quindi il bambino a superare il proprio malessere.

Ecco perché nasce il progetto “Dal seno al cucchiaino: ansie e conquiste” ideato dall’Associazione Pollicino e Centro Crisi Genitori Onlus (centro per la prevenzione e la clinica dei disordini del comportamento alimentare in età pediatrica), con il patrocinio del Comune di Milano.

Interrogare le difficoltà e intervenire precocemente è spesso determinante.
Per questo, da ottobre, partiranno una serie di incontri, per accogliere e informare i genitori aiutando così le famiglie a prevenire l’insorgenza di un disturbo alimentare nei piccoli.

Gli appuntamenti avranno cadenza mensile e si svolgeranno presso alcuni Store Chicco di Milano che verranno gentilmente messi a disposizione del Progetto.

CALENDARIO 2014

1° INCONTRO: 21 ottobre 2014, ore 15.00

Store Chicco Corso Buenos Aires.

Interverrà la Dott.ssa Pamela Pace – Psicoanalista, Psicoterapeuta, Presidente Associazione Pollicino e Centro Crisi Genitori Onlus

2° INCONTRO: 5 novembre 2014, ore 15.00

Store Chicco Corso Vercelli.

Interverrà la Dott.ssa Aurora Mastroleo – Psicoterapeuta, Vice Presidente Associazione Pollicino e Centro Crisi Genitori Onlus

3° INCONTRO: 16 dicembre 2014, ore 16.00

Store Chicco Via Dante.

Interverrà la Dott.ssa Pamela Pace – Psicoanalista, Psicoterapeuta, Presidente Associazione Pollicino e Centro Crisi Genitori Onlus

L’ASSOCIAZIONE POLLICINO E CENTRO CRISI GENITORI ONLUS

L’associazione Pollicino è una onlus formata da un’equipe di specialisti, tra i quali psicologi, psicoterapeuti, psicoanalisti e pediatri, che da sette anni si occupa di promuovere importanti iniziative volte alla cura e alla prevenzione dei disturbi alimentari in età pediatrica e adolescenziale.

Disordini come anoressia, iperfagia e obesità contrariamente a quello che comunemente si possa pensare, compaiono sempre più spesso precocemente, sin dai primi anni di vita del bambino: l’Associazione opera dunque su più fronti, per sensibilizzare genitori, educatori e specialisti su questi temi ancora poco conosciuti, per fornire supporto alle famiglie che stanno vivendo questo tipo di problematiche e infine, in ambito scientifico, per continuare l’importante lavoro di ricerca sul tema testimoniato da numerose pubblicazioni.

    

MOM STARTUP – Firulì Firulà: le creazioni di Rosa per i nostri bambini

FiruliE’ con piacere che vi presentiamo Firulì Firulà, il marchio creato da Rosa, una nostra lettrice, che ci racconta la sua storia:

Mi chiamo Rosa e vivo a Milano con un marito e due bimbi (una di 5 anni e uno di 3). Sono laureata in Farmacia e fino a pochi mesi fa lavoravo come medical writer per un’agenzia di pubblicità medico-scientifica, di quelle che operano esclusivamente in ambito farmaceutico. Il mio compito era sviluppare testi efficaci e rigorosi per la promozione dei farmaci agli specialisti di settore, testi scientifici quindi, fatti di percentuali di pazienti, di sintomi, di effetti collaterali.

A gennaio di quest’anno mi sono ritrovata a casa con la mia lettera di licenziamento in mano. Un licenziamento che era in parte atteso, forse solo arrivato prima del previsto, e che ha funzionato da catalizzatore per un progetto che tenevo nel cassetto da un po’. Realizzare una linea di abbigliamento e accessori per bambini. Sì perché da bambina, ai tempi delle scuole elementari, le mie scuole elementari, quando i centri estivi non esistevano (soprattutto al Sud dove sono cresciuta io), mia mamma per tenermi impegnata provava anche ad insegnarmi a fare a maglia, ricamare e cucire.

Non sapevo allora che tutto sarebbe tornato a galla anni dopo!

E infatti durante la mia prima gravidanza è riemersa la voglia di creare qualcosa di speciale per la mia pupetta in arrivo. La voglia si è fatta sempre più appassionata e urgente con l’arrivo del secondo pupo. E si è anche ampliata. Al punto che nonostante il lavoro in ufficio e gli impegni familiari, riuscivo comunque a ritagliarmi del tempo per dedicarmi a fare ricerca e prove e capi campione. E iniziavo a raccogliere qualche richiesta di mamme amiche. Quando facevo tutto questo? Per lo più di notte.

Poi a gennaio quella lettera e da lì la voglia di mettersi in gioco diversamente. E’ nato così Firulì Firulà, il brand con cui ora firmo le mie creazioni. Capi pensati per bambini da 0 a 6 anni, con uno stile retro e un accento minimal. Capi dal disegno pulito, discreti e senza tempo.

Il mio sogno? vestire i bambini da bambini; sapere che le loro mamme conserveranno i miei capi tra i loro ricordi.

Al momento lavoro sia rispondendo a richieste su misura, sia realizzando piccole produzioni per negozi. Tra i miei materiali solo lana, lino e cotone finissimo. Perché col cucito funziona un po’ come in cucina: con gli ingredienti sono di prima qualità, non servono troppe manipolazioni e il risultato è impeccabile.

Questo è il mio sito www.firulifirula.com

E per tenersi aggiornati basta seguire la mia pagina facebook Firulì Firulà oppure il mio account su instagram Firulì_Firulà.

 

    

SILVIA’S ART LAB sabato da Peekaboo

image004

 

Sabato 25 ottobre dalle h.10.00-11.30 Silvia’s Art Labs per bimbi dai 3 agli 8 anni.

Il costo è di € 20 piu’ € 10 di quota annuale Peeka Card per ogni singolo laboratorio , oppure € 100 piu’ € 10 di quota annuale Peeka Card

per 5 laboratori annuali piu’ uno in omaggio .

Il laboratorio e’ solo per i bimbi, non prevede la partecipazione contemporanea dei genitori /tate.

Per prenotazioni potete contattarci allo 02-36735480 o mandare una mail a info@peekaboomilano.it

Massimo 15 bambini partecipanti.